Vittorio Sgarbi torna a Martina Franca con il suo nuovo libro

Vittorio_SgarbiIl popolare critico d’arte Vittorio Sgarbi sarà domani, sabato 7 novembre, a Martina Franca per presentare il nuovo libro Dal Cielo alla terra: da Michelangelo a Caravaggio, Bompiani. Lo ospiterà, come accade spesso, un luogo a lui caro: Villa San Martino, uno degli alberghi italiani che il critico d’arte considera di maggior pregio.
Nella circostanza, Vittorio Sgarbi ritirerà anche il premio Winter Villa San Martino, giunto alla seconda edizione e che lo scorso anno è stato assegnato a Patty Pravo. La motivazione è stata data da Martino Solito, proprietario di Villa San Martino e restauratore di valore internazionale: «Sgarbi, con il suo carattere schietto e il suo linguaggio autorevole ma non pedante né noioso, quindi chiaro anche per i non addetti ai lavori, ha reso accessibile a tutti la storia e la comprensione dell’arte in un periodo in cui è spesso difficile far comprendere il valore della bellezza».
Villa San Martino omaggerà inoltre il celebre critico con il volume Martina barocca e rococò dello storico dell’arte Piero Marinò, Nuova Editrice Apulia, che riassume e illustra la bellezza di Martina Franca.
L’inizio della presentazione, che sarà coordinata dal giornalista Pietro Andrea Annicelli, è alle 22:00. L’ingresso è su invito. Chi prenota la cena, a partire dalle 20:00,  avrà diritto al posto a sedere riservato per la presentazione.
Il nuovo libro di Vittorio Sgarbi è il terzo volume de Il tesoro d’Italia, un progetto avviato due anni fa che prevede la pubblicazione di altri due titoli. Il lavoro comprende la fase storico artistica che va dai capolavori di Michelangelo Buonarroti alla pittura di Michelangelo Merisi da Caravaggio senza soffermarsi ai maestri più celebrati, ma proponendo l’opera spesso misconosciuta di altri artisti. «Bastianino, Bartolomeo Passerotti, Altobello Melone, il Pordenone non sono pittori minori, sono soltanto poco noti», spiega lo stesso Sgarbi.

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here