Alcune tensioni hanno ieri disturbato i viaggiatori del treno regionale della tratta Monopoli-Bari. Una 49enne romana, C.M.T, è stata arrestata in flagranza di reato dagli agenti del Commissariato di Monopoli con l’accusa di resistenza, violenza ed oltraggio a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio, rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità e lesioni personali.

La donna, che viaggiava a bordo del treno senza biglietto, dopo aver cercato di eludere i controlli, si è nascosta in bagno. Il controllore, resosi conto della situazione, l’ha attesa per chiederle il titolo di viaggio; per tutta risposta, la donna l’ha aggredito, causandogli lesioni alle mani giudicate guaribili in 3 giorni.

Sul treno, in suo soccorso, è intervenuta un Ispettore della Polizia di Stato, che dopo una breve colluttazione è riuscita a bloccare la signora. L’eccessiva reazione della donna e l’allarme che ne è scaturito sul mezzo ferroviario ha costretto il personale delle ferrovie responsabile a bloccare il treno alla stazione di Polignano a Mare, creando notevole disagio fra i passeggeri. Con l’ausilio di personale del settore anticrimine del Commissariato di Monopoli, la donna è stata prelevata dalla stazione, consentendo al convoglio ferroviario di ripartire.

Oltre alle accuse attribuite, la donna è stata trattenuta in carcere per aver violato anche la misura di libertà vigilata che le imponeva di allontanarsi da Roma e dintorni.

A.S.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here