Si riapre sabato 12 luglio ad Alberobello, presso il  Salone “S.Antonio” in Via Monte Pertica nel Rione Monti, una mostra multidisciplinare sui Trulli, ideata e promossa dall’associazione Culturale Trulli, Tutela, Turismo.

Turisti e ospiti potranno ripercorrere grazie a immagini e video la vicenda dei Trulli di Alberobello, tutelati dallo Stato italiano dal 1910 e iscritti nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità (U.N.E.S.C.O.) nel 1996. A disposizione dei visitatori ci sono documenti d’archivio, fotografie d’epoca e contemporanee, manifesti, cartoline, disegni, testimonianze, video e oggetti che restituiscono profondità storica a un insediamento e a una comunità che hanno incuriosito gli studiosi e i viaggiatori di tutta Europa e che oggi incanta visitatori provenienti da tutto il mondo.

L’iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale Trulli, Tutela, Turismo, presieduta da Fenisia Gramolini e dalla Camera di Commercio di Bari, presieduta da Alessandro Ambrosi, che dimostra la propria  attenzione verso l’evoluzione dell’economia turistica ad Alberobello.
Su questo tema, tra l’altro, è già stato presentato il libro di Annunziata Berrino, “I trulli di Alberobello. Un secolo di tutela e di turismo”, edito dal Mulino di Bologna.

Patrocini Comune di Alberobello, Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Discipline Storiche “Ettore Lepore”, Italia Nostra.
Responsabile Scientifico e Testi: Annunziata Berrino e Tommaso Adriano Galiani; Coordinamento generale: Gianni Di Tano e Fenisia Gramolini; Progetto espositivo: Francesco Girolamo; Immagini: Carlo Alfaro; Pinnacoli in pietra: Domenico Romano; Modellini trulli in pietra: Giuseppe Maffei; Allestimento: NIMAR srl – Alberobello; Disegno delle rondini: Bartolomeo Zagaria

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here