Si è tolto la vita in un giardino pubblico, il parco dei Gracchi, davanti al tribunale di Rimini, un 57enne originario di Martina Franca ma residente da tempo nella cittadina romagnola.
A scoprire il corpo ormai privo di vita alle 6.30 del mattino sono stati alcuni dipendenti di una ditta di pulizia, della quale era dipendente l’ex-moglie dell’uomo. Sul posto sono intervenute le volanti e la polizia Scientifica per gli accertamenti di rito. Secondo quanto ricostruito l’uomo, residente da alcuni anni in un residence di Rimini, avrebbe utilizzato una cinghia per le tapparelle per compiere l’estremo gesto, alla base del quale ci sarebbe una litigata con l’ex moglie che lo voleva lasciare. L’uomo aveva lasciato il proprio cellulare su una vettura dei colleghi della moglie e un biglietto in cui ha spiegato le motivazioni dell’insano gesto.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here