Statale 172, il sindaco Franco Ancona scrive al premier Matteo Renzi per sollecitare l’intervento urgente del Governo.
Puglia-Strada-statale-172-dei-Trulli-1La statale n° 172 “dei Trulli”, nel tronco Martina Franca – Taranto, da anni attende un adeguamento e ammodernamento in sede di variante, con la costruzione della quarta corsia sull’Orimini tra i Km 56+000 e Km 60+500 e le aste di penetrazione a Martina Franca.
“Da molti anni i cittadini del Comune di Martina Franca attendono la cantierizzazione dell’adeguamento e dell’ammodernamento della Strada Statale 172 nel tratto indicato nell’oggetto” scrive il primo cittadino, che si rivolge anche al sottosegretario delle Infrastrutture e dei Trasporti Umberto Del Basso De Caro, al Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, all’Assessore Regione Puglia Infrastrutture, Mobilità e Lavori Pubblici Giovanni Giannini, al Prefetto di Taranto Umberto Guidato, alla Direzione Generale ANAS Spa, al Capocompartimento Anas Ing. Nicola Marzi e al Responsabile del Procedimento SS 172 Ing. Marco Bosio.
“Tali opere annoverano alcune rotatorie essenziali per la sicurezza degli incroci in via Taranto (all’altezza di San Paolo) e in via Locorotondo (all’altezza della vinicola Di Marco) – spiega -. Sono note le chilometriche attese per raggiungere la città dal versante ionico, specie d’estate, e la pericolosità di conflitti nel tratto della Valle d’Itria che hanno provocato incidenti anche mortali. L’opera, appaltata lo scorso ottobre, è ferma in fase di apertura delle offerte in quanto si rende necessario il rifinanziamento della stessa da parte del CIPE. Risulta, tra l’altro, ancora non definito l’atto integrativo tra l’ANAS e la Regione Puglia”. E conclude: “Auspico che le Istituzioni e gli Enti in indirizzo intervengano per adottare gli atti, ciascuno di propria competenza, per assicurare celermente l’aggiudicazione dell’appalto integrato che deve prevedere la prioritaria realizzazione delle rotatorie su citate, come già comunicato nella nostra lettera del 4 dicembre 2013, prot. n. 37937”.

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here