Stasera, sabato 19 luglio, si rende omaggio a Rossini consegnano al primo direttore d’orchestra del Festival il premio Rodolfo Celletti
Al grande direttore e musicologo Alberto Zedda che, dirigendo l’Orphée et Eurydice di Gluck nell’estate del 1975, diede il via alla lunga avventura del Festival della Valle d’Itria, sarà assegnato il Premio “Rodolfo Celletti” nell’edizione del quarantennale.
Quest’anno – decimo dalla scomparsa dello storico direttore artistico del Festival – il riconoscimento (già di Mariella Devia, Daniela Dessì, Paolo Coni, Lella Cuberli) premio significativamente assegnato a uno dei padri artistici del Festival della Valle d’Itria: Alberto Zedda fu infatti il primo direttore ad alzare la bacchetta nel cortile di Palazzo Ducale.
Per questa serata di festa è stato pensato uno scoppiettante programma belcantistico, che parte ovviamente da Rossini per ripercorrere le storiche tappe martinesi del maestro Zedda. Protagonisti il mezzosoprano Giuseppina Bridelli, il tenore Mert Süngü, il baritono Pavol Kuban e il basso baritono Domenico Colaianni, assieme ai giovani solisti dell’Accademia del Belcanto “Rodolfo Celletti”: Carolina Lippo (soprano), Francesco Castoro (tenore), Giorgio Celenza (baritono), Davide Giangregorio (basso baritono).

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here