Sparatoria a Talsano: nel prosieguo delle indagini dopo la sparatoria di lunedì scorso (leggi qui), gli investigatori della Squadra Mobile di Taranto, hanno accertato che uno dei due pregiudicati arrestati, A.B., nel corso delle ore immediatamente precedenti al conflitto a fuoco si era reso responsabile anche di una rapina e di un furto in appartamento.
refurtivaLe indagini erano partite immediatamente dopo l’arresto dei due, con il ritrovamento, nell’auto del l’uomo di alcuni telefoni cellulari, un borsello e numerosi oggetti di valore e successivamente anche di una borsa contenente numerosi oggetti in oro. Nei successivi accertamenti, suffragati anche dalle denunce delle vittime, i poliziotti hanno constatato che intorno alle 4 del mattino di lunedì scorso, il 41enne, poi rimasto ferito nel corso della sparatoria con T.A. si era introdotto in un appartamento sito al primo piano di una palazzina nel comune di Grottaglie. Il malvivente dopo aver minacciato di morte una famiglia, sorpresa nel sonno, si era impossessato di telefoni cellulari, denaro contante, orologi ed altri oggetti di valore, per poi darsi alla fuga. Dopo alcune ore nella borgata di Talsano lo stesso aveva compiuto, un furto in appartamento, entrando in un appartamento dalla finestra e impossessandosi di una borsa di pelle dove erano custoditi tutti i gioielli di famiglia di ingente valore. Tutta la refurtiva è stata recuperata e consegnata ai legittimi proprietari.

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here