L’assessore De Leonardis esprime solidarietà agli agricoltori, mentre ha disposto il sopralluogo dell’ufficio comunale Agricoltura per comprenderne gli effetti.

Di seguito il comunicato stampa con cui l’amministrazione comunale di Fasano annuncia che verrà subito inviata all’Ispettorato provinciale dell’agricoltura di Brindisi un’apposita segnalazione dell’accaduto

fasano3Dopo la grandinata abbattutasi nel primo pomeriggio di ieri in una parte del territorio fasanese (Pezze Vicine, Fascianello e fino alla stazione ferroviaria, nonché nei terreni situati fin quasi ai confini con il Monopolitano, nei pressi dell’azienda dei legnami “Russi”), Renzo De Leonardis, assessore comunale alle Attività produttive, ha disposto una sorta di sopralluogo per verificare approssimativamente lo stato dei luoghi. Una ricognizione, semplicemente tecnica, fatta effettuare dall’ufficio comunale Agricoltura. «Innanzitutto, voglio esprimere la mia personale solidarietà ai produttori agricoli, le cui colture sono state danneggiate o distrutte dall’incredibile e violenta grandinata abbattutasi ieri su una parte del nostro territorio. Indubbiamente – sottolinea De Leonardis – si è trattato, per alcune colture, di una vera e propria mazzata, per di più, non preventivata. Le previsioni meteorologiche, infatti, parlavano di maltempo ma non certamente in queste proporzioni. In ogni caso, questa mattina i solerti responsabili dell’ufficio Agricoltura hanno effettuato una sorta di sopralluogo sulla parte di territorio danneggiata dalle grandinata – spiega l’assessore De Leonardis –; si è trattato di una perlustrazione che ci consentirà di inviare subito all’Ispettorato provinciale dell’agricoltura di Brindisi un’apposita segnalazione dell’accaduto. Il Comune, di più, su questi temi, non può fare, ma abbiamo comunque voluto mettere in moto la nostra struttura per innescare le azioni successive di competenza dei vari organismi extra-comunali. Abbiamo a cuore il comparto agricolo – sottolinea De Leonardis – che tante soddisfazioni dà al nostro territorio, al di là dell’essere ovviamente uno strumento di sostentamento per i nostri agricoltori e le loro famiglie. L’agricoltura è uno dei pilastri dell’economia locale, anche, e soprattutto, per l’abnegazione dei nostri addetti e per le produzioni tipiche conosciute, ormai, in Italia e non solo».
Le colture che sarebbero state danneggiate nella parte di territorio considerata riguardano, almeno secondo una stima approssimativa fatta effettuare oggi dall’Ufficio Agricoltura del Comune, cavoli, finocchi, sedano, broccoli. Adesso spetterà agli operatori dell’Ispettorato provinciale dell’agricoltura fare la propria parte, attraverso sopralluoghi tecnici specifici che delimiteranno le zone interessate dalla grandinata.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here