Nella serata di ieri presso gli uffici della Questura di Bari si è costituito , accompagnato dal suo legale, A. G., 38enne di origini foggiane, destinatario di tre ordinanze di custodia cautelare, emesse dai Tribunali di Foggia, Matera e Taranto, per estorsione, minacce e tentato omicidio ai danni di un Carabiniere

L’uomo, latitante, era ricercato dallo scorso luglio, in quanto coinvolto nell’operazione della Squadra Mobile di Matera denominata “Tritolo”. Nel frangente furono tratti in arresto otto persone tutte originarie di della provincia Jonica, ritenute a vario titolo responsabili di estorsione, tentato omicidio e detenzione illegale di armi ed esplosivo. Le indagini permisero di individuare e fermare l’attività estorsiva che un gruppo di pregiudicati tarantini aveva posto in essere nei confronti di un imprenditore di una struttura ricettiva materana. Per convincere il titolare della sala cerimonie a rinunciare alla sua attività così e cedere loro la struttura a prezzo irrisorio, i malviventi avevano attuato una strategia intimidatoria.Il 38enne costituitosi ieri è anche ritenuto responsabile di un tentato omicidio nei confronti di un Militare dell’Arma dei Carabinieri. Lo scorso 29 gennaio, durante  un operazione antidroga l’arrestato esplose tre colpi contro un equipaggio dei carabinieri, ferendone uno alla mano destra. L’uomo dopo le formalità di rito è stato accompagnato presso la locale Casa Circondariale.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here