Convocata la direzione provinciale del PD. E intanto i consiglieri di Sel di Martina Franca rivendicano per la propria città un ruolo importante nell’ambito della nuova struttura provinciale.

giuseppe cervelleraE’, di fatto, una risposta alle sollecitazioni del presidente regionale del PD Anna Rita Lemma, cui ha fatto eco l’ennesima esortazione giunta dai consiglieri comunali martinesi dello stesso partito di “accelerare i tempi” in vista delle elezioni provinciali del 28 settembre prossimo che li vede come elettori. La convocazione della direzione provinciale di Taranto del PD da parte del presidente jonico PD Massimo Serio è per il 28 agosto, quando mancherà soltanto un mese alle elezioni. Così come i Giovani Democratici jonici e i quattro segretari dei partiti martinesi del centro-sinistra, anche i consiglieri comunali di Del, Giuseppe Cervellera e Antonio Lafornara, dichiarano con chiarezza che non sosterranno «in alcun modo una possibile lista di larghe intese» in quanto rifiutano «il concetto di politica riservata a pochi e fatta di accordi sottobanco, senza il necessario coinvolgimento di tutte le forze e di tutte le componenti del centrosinistra». Insomma, si susseguono le dichiarazioni pubbliche, quasi a scongiurare eventuali accordi segreti, per andare alle elezioni con il centro-sinistra unito. «Considerata l’importanza delle funzioni riservate alla Provincia di Taranto – dicono gli esponenti martinesi di Sel – tra cui quella cruciale per il nostro territorio relativa all’ambiente, facciamo fatica a comprendere il ritardo accumulato dagli organi politici provinciali e, quindi, li esortiamo a convocare immediatamente i rappresentati politici di tutte le città governate dal centrosinistra, al fine di individuare tra i nostri sindaci la personalità che riesca ad unire e governare una lista unitaria di centrosinistra». Facendosi un po’ di conti, Cervellera e Lafornara osservano che «con l’attuale sistema elettorale, il calcolo ponderato dei voti spettanti ai consiglieri comunali elettori è a vantaggio del centro sinistra, pertanto non c’è nessun motivo di consegnare le chiavi della Provincia di Taranto al centro destra che ha già manifestato tutta la sua incapacità nelle città di Taranto, di Martina Franca e di molte altre della provincia jonica». Dichiarando di voler fare leva sempre sui numeri, i consiglieri di Sel rivendicano «un ruolo primario per Martina Franca nel prossimo governo provinciale», e fanno «appello al buon senso di tutti i Consiglieri Comunali di Martina Franca affinché non vengano commessi gli stessi errori del recente passato ed insieme si possa eleggere o il Presidente della Provincia od un Consigliere al fine di tutelare i bisogni e le urgenze di tutta la cittadinanza martinese».

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here