Saldi al via da oggi, 5 gennaio, e mercato settimanale il giorno dell’Epifania
Saldi-2016Terminate le festività natalizie come sempre, hanno inizio oggi, martedì 5 gennaio, giorno prima dell’Epifania, i saldi invernali che termineranno entro il 28 febbraio. Domani, mercoledì 6 gennaio, si svolgerà inoltre il tradizionale mercato settimanale, dando così ai commercianti ambulanti la possibilità di “”partecipare” alle vendite di fine stagione, e al contempo offrendo a grandi e piccoli l’opportunità di fare le ultime spese  nel giorno della Befana, approfittando al  contempo dell’inizio dei saldi.
La data di inizio saldi è il risultato dell’intervento della Federazione Moda Italia, da subito contraria alla proposta di anticipare le vendite di fine stagione al sabato 2 gennaio. Il Presidente di Federazione Moda Italia, Renato Borghi ha negli scorsi giorni aveva anche avanzato richiesta di posticipazione della data di inizio saldi a fine gennaio, in relazione ai rilevanti cambiamenti climatici che stanno determinando un ulteriore ritardo nell’avvio delle stagioni invernali. A Taranto, invece, il presidente di Federmoda, Giovanni Geri, ha rassegnato le proprie dimissioni denunciando una serie di comportamenti a suo parere scorretti da parte dei suoi colleghi. A far traboccare il vaso, due vicende: l’apertura domenicale del 27 dicembre scorso, in barba a quanto stabilito dal direttivo di categoria, e gli avvisi ai clienti per acquistare i capi a prezzo di saldo in anticipo rispetto alla partenza ufficiale delle svendite. “Mi aspettavo – ha spiegato Geri – maggiore coerenza. Se ci si accorda per stare chiusi e si prende un impegno in tal senso, non si può poi fare di testa propria. Ed è scorretto vendere a prezzi ribassati prima dell’avvio dei saldi, avvertendo con un sms i propri clienti abituali”.
Confcommercio, come di consueto, rammenta alcuni fondamentali adempimenti normativi che bisogna osservare per la realizzazione delle vendite straordinarie di fine stagione “SALDI” (come previsto dal vigente Regolamento Regionale n. 12 del 23 dicembre 2004) :
1) E’ fatto obbligo all’esercente di esporre i cartelli informativi sul tipo di vendita straordinaria che si sta effettuando contenente gli estremi della comunicazione , durata e l’oggetto della vendita (art. 2 comma 2).

2) E’ consentita tale tipo di vendita per i prodotti a carattere stagionale o di moda, suscettibili di deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo e che possono essere oggetto di vendita di fine stagione (art. 4 comma 1).

3) Le merci offerte a prezzi di saldo devono essere separate in modo chiaro e inequivocabile da quelle che eventualmente siano contemporaneamente poste in vendita alle condizioni normali, nel caso tale separazione non fosse possibile, queste ultime no possono essere poste in vendita.(art. 4 comma 5).

Quanto all’indicazione dei prezzi, è consigliato apporre su ogni capo il prezzo iniziale, la percentuale di sconto e il prezzo finale.

© 2016, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here