E’ stata illustrata, in conferenza stampa, la Proposta di Gestione Sperimentale delle attività vincitrice dell’Avviso Pubblico bandito, nei mesi scorsi, dal Comune di Martina Franca volto ad individuare soggetti, singoli o associati, a cui affidare l’organizzazione delle attività per un anno. Saranno coinvolte anche le scuole.
pianelleSi tratta di un progetto che mira a tutelare ma soprattutto a valorizzare e promuovere la Riserva Regionale Naturale Orientata del Bosco delle Pianelle. Il progetto è stato proposto dal Gruppo Speleologico Martinese, WWF Martina Franca, UISP Comitato Territoriale Valle d’Itria e vedrà il coinvolgimento anche della Associazioni “Terra Terra” (Laboratori, organizzazione eventi, comunicazione e stampa), Circolo Culturale “S. Allende” (Animazione anche per diversamente abili e campi solari), Università Popolare “Le Grazie” (Laboratori di Origrammi/Oririciclo e collaborazione in eventi e manifestazioni), Agesci Scout Martina Franca 1 e 3 (eventi con i propri soci e famiglie), TeatroVoCantando (laboratori teatrali e musicali e rassegne), Compagnia delle 4 frecce “15 Came”, CNSAS (corpo Naz. Socc. Alpino e Speleologico – prevenzione e soccorso), Associazione GSS (Gruppo Speologico Statte – Laboratori e visite), ASD Accademia il Moro di Puglia (Attività con i cavalli), Università Popolare Contemporanea “Le Grazie”, “Masseria Signora”, “Masseria Pianelle”, Azienda Agricola Masciulli Giuseppe, “Masseria Lella B&B La Bianca D’Itria”. . “La Riserva Pianelle oggi costituisce lo spazio più  adatto in cui promuovere un’attività dove  educazione ambientale, turismo ecocompatibile ed economia sostenibile si possono integrare”, hanno sottolineato Maria Luigia Satta, Michele Marraffa e Giovanni Grassi intervenuti nella presentazione in rappresentanza del raggruppamento delle Associazioni Uisp Valle d’Itria, Gruppo Speleologico Martinese e WWF. Presenti all’incontro Stefano Coletta, assessore all’Ambiente, Franco Demita, Consigliere comunale, e l’ingegner Giuseppe Mandina, Direttore della Riserva Naturale Orientata del Bosco delle Pianelle, che ha evidenziato: “L’Amministrazione ha avviato un percorso a tutela e valorizzazione della Riserva attraverso la pianificazione e la formazione contenuti nel Piano Territoriale nonché il coinvolgimento delle numerose associazioni del territorio a cui è  stato richiesto di svolgere attività nella Riserva nel rispetto delle norme del Piano. Tra le varie proposte presentate quella più rispondente agli obiettivi posti è stata quella vincitrice. L’avvio della Gestione di attività partirà il prossimo sabato con l’evento BatNight”. “Abbiamo intrapreso un percorso di salvaguardia, tutela e valorizzazione della Riserva Bosco delle Pianelle, anche tramite la redazione del Piano Territoriale adottato dal Consiglio comunale (delibera n. 144/2013). si tratta di un altro luogo di eccellenza che può essere proposto ad un turismo più attento ai valori naturalistici. Questo progetto è in perfetta sintonia con gli obiettivi del Piano e contribuisce a sviluppare il senso civico e di responsabilità verso l’ambiente, tema fondamentale per questa Amministrazione. Un ringraziamento ai Consiglieri comunali impegnati in questa iniziativa”, ha dichiarato il sindaco, Franco Ancona. Obiettivo del progetto aggiudicatario è quello di realizzare una serie di attività culturali, educative, ricreative e turistiche ad impatto zero sulla natura (anche mediante la raccolta differenziata spinta, utilizzo di materiale ecologico e a basso impatto ambientale, utilizzo di carta riciclata), garantendo la massima tutela della flora e della fauna, la conservazione dell’ambiente fisico naturale, consentendo una maggiore fruibilità da parte di tutti. Le manifestazioni ricreative e divulgative, organizzate all’interno delle Riserva, fungeranno da connessione con la popolazione locale, di tutte le età e classi, favoriranno lo sviluppo di una maggior consapevolezza ambientale e contribuiranno alla salvaguardia del territorio. La realizzazione di percorsi adatti alle attività (escursioni e laboratori didattici), anche per i diversamente-abili, curati da esperti, offrirà loro la possibilità di muoversi in ambienti naturali altrimenti non accessibili; conoscere il territorio del parco interagendo con esso attraverso l’enfatizzazione del senso dell’udito, nell’ascolto del canto degli uccelli; dell’olfatto, distinguendo i diversi profumi delle erbe aromatiche; e del tatto, percependo le forme e le superfici degli elementi naturali. Attraverso queste attività si potrà percepire l’atmosfera autentica del bosco nelle diverse stagioni.  La proposta coinvolge anche le Scuole attraverso un’offerta rivolta agli studenti di tutte le fasce di età, con l’obiettivo di favorire la conoscenza di un ecosistema naturale con le attività di campo, e, in particolare, di sensibilizzare verso comportamenti responsabili nei confronti dell’ambiente. Nei locali della Riserva saranno organizzate mostre, incontri, corsi, seminari di studio, presentazione di prodotti locali, proiezioni a tema, utilizzo di materiali di mediateca, incontri, visite guidate. Previste anche attività quali trekking, laboratori didattici e di educazione ambientale, sport, laboratori all’aperto, riconoscimento dei suoni della natura, di piante spontanee, corsi di tiro con l’Arco, giochi su corda, escursioni in bici, a cavallo, birdwatching, campi solari in area parco per i bambini ed i ragazzi, percorsi per diversamente abili, campi scuola a tema. Previste, inoltre, iniziative di accoglimento nella foresteria di studiosi, ricercatori, scolaresche, gruppi scout. Sarà utilizzato il materiale didattico in dotazione dal GSM

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here