Randagismo a Martina, l’emergenza continua, e con la stagione estiva il problema sembra accentuarsi. IL grido d’allarme dei giovani popolari affinché si ponga rimedio al più presto per l’incolumità dei cittadini e per il decoro urbano , altrimenti scriveranno direttamente al Prefetto di Taranto chiedendone l’intervento

randagismo1Sere d’estate ricche di avvenimenti nella capitale della Valle d’Itria,  non solo nel fine settimana. Il bel tempo di questo scorcio di bella stagione e le numerose iniziative in atto portano la gente per strada, anche a tarda notte, ma troppo spesso gli incontri con branchi di cani aggressivi e pericolosi seminano paura e preoccupazione. A tal proposito, i Giovani Popolari, a firma Giovanni Fumarola, lanciano un ennesimo grido d’allarme, chiedendo interventi immediati.
“Pare non trovare fine l’emergenza in cui versa da parecchi anni la nostra città: il randagismo! – scrive Fumarola – Sono branchi di cani quelli che si muovono per le strade di Martina Franca eppure la buona sorte vuole che siano di piccola taglia ed avvezzi al contatto ravvicinato. Ma per la sicurezza dei cittadini, per il decoro urbano e per “puro animo” nei confronti dei cani una soluzione andrebbe trovata: basta rimandare!” . Sarà il gioco delle parti, ma evidentemente l’appello del gruppo giovanile di area centrodestra si rivolge direttamente a chi governa la città: “anche perché l’amministrazione Ancona è stata celerissima nell’affidare l’incarico diretto per la progettazione del canile comunale all’architetto iscritto e tesserato al Partito Democratico (un membro del direttivo “amico dell’amico” che porta a casa circa €20.000). Bene che i progetti utili alla comunità vengano retribuiti, un po meno se ad essere accontentati sono gli amici, malissimo se si spende e non si rimedia affatto. Il fenomeno randagismo a Martina Franca è in crescita e l’assessore competente è comunque consapevole pur rispondendo sempre: “la colpa è delle passate amministrazioni; io mi spendo solo per le campagne di sensibilizzazione”.
randagismo2In ogni caso, il gruppo giovanile dichiara che invierà in questi giorni una lettera al Prefetto di Taranto chiedendo la convocazione del Sindaco Franco Ancona ed avviare la migliore strategia risolutiva: “confidando nei nostri amministratori di città e che questi ci facciano risparmiare un francobollo per la lettera al Prefetto, chiediamo per la quinta ed ennesima volta che al problema randagismo vengano sviluppate delle soluzioni efficaci e non le solite frasi scaricabili”.

(foto fornite da Giovanni Fumarola)

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here