Riceviamo e pubblichiamo:

Nel novembre 2011, il M5S ha presentato una interrogazione parlamentare a prima firma del Deputato leccese Diego De Lorenzis sul posti esauriti dei treni in viaggio verso la Puglia nel periodo estivo, circostanza che ha creato non poche difficoltà a chi volesse fare una vacanza in Puglia. Nei quesiti si chiedeva conto al Governo di quali iniziative intenda adottare al fine di garantire un potenziamento nei periodi estivi del trasporto ferroviario per le tratte che collegano il Nord al Sud, soprattutto verso la Puglia, regione che ha visto crescere notevolmente nel corso degli ultimi anni, i flussi turistici. Mercoledì 3 Febbraio il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha risposto ai quesiti posti dal M5S, tuttavia le risposte non soddisfano il Deputato del M5S.

“Anche la scorsa estate abbiamo assistito ad un fenomeno straordinario” – commenta il parlamentare pugliese, Diego De Lorenzis, capogruppo M5S della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati – “per scelta o per necessità decine di migliaia di cittadini hanno deciso di usare il treno per visitare/tornare in Puglia e nello specifico il Salento. Non solo coloro che lavorano in altre città e approfittano delle ferie estive per tornare dai parenti ma anche tanti italiani che visitano la Puglia per turismo. Addirittura gli albergatori si sono offerti di andare a prenderli a Foggia. Purtroppo il tutto esaurito ha lasciato a terra molti cittadini.”

“A fronte di ciò ci si aspetterebbe che un Governo che sappia pianificare, prenda provvedimenti seri per evitare che in futuro si ripetano i disagi di sovraffollamento dei treni verso la Puglia. Ma la risposta non c’è, o meglio c’è ma è come se non ci fosse. Infatti il Governo si è limitato a riportare il comunicato da ffss. Per il servizio universale degli intercity notte che paghiamo in parte indirettamente con le nostre tasse (attraverso un contributo statale al gestore del servizio ferroviario Trenitalia), “si è provveduto a un potenziamento”, evidentemente insufficiente, i Freccia bianca e Freccia argento erano già tutti impegnati e inoltre che si valuteranno ulteriori azioni a Giugno 2016. Tutto qui la risposta del Governo!”

“Questo testimonia come il Governo Renzi non si interessi al sud Italia e in particolare alla Puglia, al momento non ha preso alcun provvedimento per evitare in futuro il ripetersi di queste sgradevoli situazioni. D’altra parte lui ha un super aereo pagato dai cittadini Italiani e per i treni, si potenziano solo le tratte che interessano al Ministro Boschi. La Puglia è tagliata fuori dal Governo targato PD, questo ormai è evidente. Inoltre non si può che evidenziare che l’attuale assetto dei trasporti ferroviari sia un meccanismo poco flessibile e assolutamente inadeguato ad adattarsi a contesti mutevoli ancorché abbastanza prevedibili come quello dell’aumento dei traffici per la Regione Puglia che anche questa estate regalerà splendide giornate a tutti i turisti che vorranno visitare dal Gargano al Salento, passando dalla Murgia e da Taranto.”

© 2016, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here