Villa Carmine un’arca pronta a salpare verso la Valle d’Itria.
Municipale Balcanica, Cisco, e la Notte Sonica con Diodato vi aspettano, gratis, a Martina Franca.
Entusiasmo da parte degli organizzatori, che paragonano l’Arena di Villa Carmine a una grande Arca pronta a salpare nella Valle d’Itria, in una sorta di grande Festival dell’integrazione

Pulizia Arena della PaceTre giorni di musica, laboratori, enogastronomia, aperitivi musicali, quest’anno sul tema del Mediterraneo, arca di pace, spazio di civiltà. Villa Carmine, la cornice dell’evento, ha subito una metamorfosi, trasformandosi in una grande nave pronta a salpare verso la Valle d’Itria, il nostro Mediterraneo, appunto. Martina Franca è stata terra di accoglienza, messa alla prova negli ultimi mesi in maniera diretta, toccando con mano le terribili storie delle guerre, ospitando rifugiati e richiedenti asilo. Per questo il tema scelto sarà il Mediterraneo, come metafora di pace, come invito a “restare umani”, raccogliendo l’appello del compianto Vittorio Arrigoni, a cui Emergency chiede venga dedicata l’arena della Pace.
La convivenza, il meticciamento, la creolizzazione, come ci spiegherà Armando Gnisci, accademico europeo, lunedì 11 agosto, o le storie dei migranti morti in mare, raccontate da Alessandro Leogrande, ci permetteranno di comprendere come non si è un’isola nel mare, ma appartenenti ad un destino mondiale di cui si può scegliere se avere un ruolo attivo o passivo. Conosceremo la storia del villaggio N’dem, completamente ecosostenibile nonostante sorga nel deserto del Sahel, in Senegal e Cisco ci racconterà di cosa significa girare in lungo e in largo portando la propria musica. La cultura è musica e la musica è divertimento. Gratis, questa volta.
Sabato alle 21:30 salirà sul palco la Municipale Balcanica e domenica invece Cisco ci canterà le canzoni del Modena City Ramblers. Lunedì faremo gli auguri a Martina Franca con la nostra Notte Sonica: sul palco nell’Arena della Pace in Villa Carmine si alterneranno fino all’alba: Leo Pari, Lekkerbekken, Una, Molla, Roberto Dell’Era e Rodrigo D’Erasmo, lasciando il compito di salutare l’alba a Diodato.
ArteFranca Doc pensa a tutti: ci saranno infatti i laboratori dell’associazione Castelli di Carta dedicati ai bambini con il “Giardino dei bimbi”, dedicato a chi ha dai 4 agli 11 anni. Questa volta ai più piccoli sarà offerto un viaggio nel Mediterraneo su una nave capitanata da Ulisse in persona. Tre giorni pieni di eventi, di musica, di cultura. Si inizia, quindi, sabato 9 agosto, con l’escursione “Paeseviaggiamo summer” a cura dell’associazione ecomuseale della Valle d’Itria, alle 17:30, sulle vie del mosto mediterraneo, e quindi si prosegue con il laboratorio di degustazione di olio d’oliva “Oliolì Oliolà” a cura della condotta Slow Food Alberobello e Valle d’Itria, alle 18:30. Quindi alle 19:30 l’evento finale del progetto Fef – Fave e Foglie, dell’associazione Terra Terra: uno showcooking in cui verrà eletta la Cucchiara d’Oro 2014. E per finire la serata di sabato, sul palco, live, gratis, la Municipale Balcanica e quindi un deejay set per accompagnare la notte. ArteFranca Doc è realizzato dal Laboratorio Urbano Arte Franca, dalla coop. Teatro Kismet OperA, l’associazione Terra Terra, Area Metropolitana e dall’associazione Castelli di Carta, con il sostegno del Comune di Martina Franca, della Serveco, del Gal Valle d’Itria, di Slow Food, di Scrimieri Arredamenti e di Sud Sistemi.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here