Continuano gli appuntamenti con gli Open Days in Puglia, il ciclo di iniziative promosse da Pugliapromozione, Agenzia Regionale del Turismo e le associazioni locali che mirano a promuovere il territorio attraverso percorsi diversificati in base alle fasce d’età sia per i turisti inbound che per quelli outbound.
Più di mille le iniziative attivate su tutto il territorio regionale, una di queste è l’attività organizzata dall’associazione culturale ludica Panta Rei Puglia che, nel comune di Martina Franca per tutti i sabati di Agosto dalle ore 20.00 alle 23.00, ha ideato un servizio di animazione territoriale rivolto ai minori.

Con cinque percorsi turistici a misura di bambino, contraddistinti da un tema per ogni giornata viene stimolata la ricchezza creativa dell’infanzia, favorendo così l’arricchimento culturale dei piccoli esploratori. Per ogni tappa è prevista un’animazione ludica inerente alla storia e alla tradizione dell’attrazione visitata.
Al punto di raccolta in piazza XX Settembre nei pressi dello IAT di Martina Franca numerosi sono stati i partecipanti ai quattro percorsi fin’ora effettuati. Il 2 agosto a “Geometri per una notte” i giovani visitatori, dopo aver percorso i vicoli del borgo antico osservando le forme barocche e roccocò, ne hanno riprodotto la geometria utilizzando le figure geometriche. Il 9 agosto le “Luci della notte” tutti con il naso all’insù per osservare lo spettacolo visivo che le luci offrono a braccetto col buio.
Il 16 agosto il percorso è stato una caccia al tesoro per cercare la “Natura in paese”. Il 23 agosto “Strade d’acqua” un percorso alla ricerca dell’acqua, in cui si è osservato le diverse forme.

Il quinto e l’ultimo percorso, a cui è possibile prenotarsi e partecipare gratuitamente, è per il prossimo 30 agosto con “la storia mascherata”. Un percorso turistico ludico alla ricerca dei mascheroni apotropaici, alla fine del percorso ogni partecipante porterà a casa il suo personale mascherone.
Le attività proposte promuovono una nuova strategia di sviluppo sostenibile basata sulla valorizzazione delle peculiarità del territorio utilizzando un approccio ludico educativo, incentrato sulla riscoperta delle tradizioni, dei mestieri, dei centri storici, volto a coniugare l’attività didattica alla fruizione del territorio.
L’origine storica delle piazze, chiese, chiostri, sono uno spunto narrativo per attivare un’attività ludica. Con la sua storia, descritta in maniera allegra e coinvolgente per i bambini, l’associazione culturale Panta Rei Puglia infatti, mira a creare un legame affettivo con i luoghi visitati concludendo con un laboratorio manipolativo, in cui ogni partecipante realizza un oggetto inerente al tema della serata.
Portando a casa il proprio manufatto si lascia al visitatore un oggetto simbolico dei luoghi visitati, affinché di ogni singolo posto ricordi la storia e i suoi cambiamenti.

Aurelia Simeone

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here