Si terrà domenica sera presso la biblioteca comunale (ingresso ore 20,30, inizio ore 21,00) il concerto musicale della violinista greco – russa Natasha Korsakova, definita un “talento d’eccezione” e tra le migliori della sua generazione.
L’artista suonerà il suo Stradivari, accompagnata dall’Ensemble di Gianfranco Granata composto da Riccardo Savinelli (viola), Antonio Sciancalepore (contrabbasso), Volodymyr Kuzma (violino), Gianfranco Granata (pianoforte) e Alfredo Mola (violoncello). Verranno interpretati due quintetti di Antonín Dvořák. Natasha Korsakova è una grande violinista greco-russa, conosciuta in ambito internazionale. Nata in una famiglia di musicisti a Mosca, ha cominciato a suonare il violino all’età di cinque anni; il suo primo maestro è stato il nonno Boris Korsakov, padre del famoso violinista Andrej Korsakov. Sua madre è la pianista Yolanta Miroshnikova. Vincitrice di numerosi premi, Natasha Korsakova ha suonato in tutto il mondo, accompagnata da numerose orchestre internazionali. L’Ensemble Armonico con cui si esibirà in Puglia è costituito da altrettanti talenti e a presentarlo è il suo fondatore, il pianista Gianfranco Granata: «L’ Ensemble armonico è nato da una mia idea di costituire un gruppo aperto di musica da camera. Per aperto intendo che i musicisti possono cambiare, diminuire, aumentare a seconda delle esigenze dei vari concerti. Tutto questo sotto la mia direzione artistica e della mia accademia di Roma AIMA, dove si studia musica e si organizzano concerti vari». Quest’anno è stato proposto a Natasha Korsakova di unirsi all’ensemble per alcuni concerti e lei ha accettato molto volentieri. Il concerto è il primo di una serie proposta dall’associazione Avv. Angelo Ceppaglia, costituita dal desiderio di voler svolgere azioni di ausilio per chi è in difficoltà a continuare una vita serena. Collaborano la Fondazione Luca Torricella, Il Sermartina, L’Associazione Culturale Le Quinte. Parte del ricavato verrà donato Alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris a Bologna, diretta dal prof. Roberto Piperno. Affiancato alla struttura Il Centro Studi per la Ricerca sul Coma, direttore Fulvio De Nigris, che nasce dal percorso di esperienza legato al progetto della “Casa dei Risvegli Luca De Nigris”, dove si prevede la necessaria integrazione fra competenze medico – riabilitative, psicopedagogiche, volontariato formato e tecnologie innovative.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here