Monica Maggioni, volto noto del giornalismo televisivo internazionale, presenta a Martina “Il terrore mediatico”

monica maggioniIl Presidio del libro di Martina Franca organizza, in collaborazione con l’Assessorato alle attività culturali, un incontro con Monica Maggioni che presenta “Terrore mediatico” (Editori Laterza). L’evento si svolgerà domenica 12 luglio p.v. presso la Rotonda – Villa Garibaldi- Martina Franca (TA), alle ore 20.00. Anna Maria Montinaro dialogherà con l’Autore.  Si tratta di un’iniziativa promossa dalle Regione Puglia- Assessorato al Mediterraneo, cultura e turismo, in collaborazione con l’Associazione dei Presìdi del libro. Monica Maggioni è una nota è una giornalista italiana che ha lavorato per molti anni al Tg1. Dal 2013 dirige Rainews24 e Televideo e in seguito la redazione unificata nata dalla fusione delle due testate, per poi assumere, dal 1º dicembre successivo, la responsabilità della struttura Rai News, controllante, oltre a RaiNews24 e Televideo, anche il portale online Rainews.it. È inoltre membro del gruppo non governativo della Commissione Trilaterale. Nel 2000 ha anche condotto la serie estiva di Unomattina. E’ stata inviata in Israele per documentare le fasi drammatiche della seconda intifada, e poi negli Stati Uniti per seguire le elezioni presidenziali che videro la vittoria del candidato Repubblicano George W. Bussh. Nel 2003, fra i giornalisti italiani presenti in Iraq durante la seconda Guerra del Golfo, è l’unica giornalista “embedded”, cioè ammessa tra le file dei militari americani per raccontare la guerra dal loro punto di vista. La vicenda viene raccontata nel libro “Dentro la guerra – Il conflitto iracheno raccontato da una reporter al seguito dei militari americani”. Dal maggio del 2003 al gennaio del 2005 copre la guerra irachena da Baghdad per il Tg1. A più riprese torna in Iraq a seguire gli sviluppi del conflitto. Dal 26 febbraio 2007 è uno dei nuovi volti femminili fra i conduttori del Tg1 delle ore 20. Nel 2008 è inviata del Tg1 in America Settentrionale, anche per seguire le elezioni presidenziali degli Stati Uniti che portano all’elezione di Barak Obama. Nel settembre 2013 intervista in esclusiva il presidente siriano Bashar al Assad sulla crisi siriana e sulla posizione del governo di Damasco nei confronti delle indicazioni del Consiglio di sicurezza Onu sulla distruzione delle e armi chimiche.

 

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here