Martina, aspettando la Juve Stabia degli ex Ciullo e Arcidiacono
Martina Juve Stabia
Da un lato il Martina di Incocciati, subentrato a Salerno prima ancora che iniziasse il campionato, dall’altro la Juve Stabia degli ex Ciullo e Arcidiacono. E se per i biancazzurri la situazione parla di una stagione già difficile, forse preventivabile vista la rosa completamente rinnovata, lo stesso non ci si aspettava sulla sponda campana, dove la posizione di Ciullo appare già in crisi. Ci si chiede già se i due allenatori non arriveranno a mangiare il classico panettone, o addirittura se dovranno rinunciare alla zucca di Halloween. Due pareggi e tre sconfitte per i padroni di casa, tante quanto gli ospiti che però hanno all’attivo una vittoria. Due punti e ultimo posto in coabitazione con Lupa Castelli Romani e Catanzaro per il Martina, quattro punti per le vespe da cui dirigenza e tifosi si aspettano una mossa. Così come se l’aspettano patron Lippolis e la pur paziente tifoseria itriana, abituata ormai da troppo tempo a “soffrire” dal punti di vista calcistico. Ciullo ha dichiarato di arrivare a Martina per conquistare i tre punti, costi quel che costi, affermando di conservare un buon ricordo della tifoseria biancazzurra, sempre legata alla maglia (nessun accenno alla dirigenza, ndr). L’anno scorso le due squadre pareggiarono sia all’andata che al ritorno: 2-2 al Tursi poco più di un anno fa, doppio vantaggio dei padroni di casa con Carretta e Arcidiacono, rimonta delle vespe con Di Carmine e Contssa al 90′. Ma allora mister Ciullo allenava il Martina che poi dovette lasciare clamorosamente (e non senza qualche polemica) a poche giornate dal termine con la salvezza a “portata di punti”. Calcio d’inizio domenica alle 17.30 al Tursi. Parola d’ordine: vincere. Halloween, la notte delle streghe, è troppo vicina.

MG

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here