L’Assessore al Turismo, Pasquale Lasorsa, comunica che l’anno si è concluso con risultati davvero straordinari.

I dati finali trasmessi dopo la validazione dell’Istat contengono un vero e proprio record per Martina Franca: nell’anno 2015 è stata superata per la prima volta nella storia della città la soglia delle 100.000 presenze (precisamente i pernottamenti nelle nostre strutture sono passati da 96.456 del 2014 a 101.495 del 2015 con un + 5,22%).
Si tratta di un risultato straordinario reso possibile grazie al lavoro dei tanti operatori, privati e pubblici, che operano nel campo della promozione e dell’accoglienza.
Inoltre, un altro dato straordinario emerge da SPOT (Sistema Puglia per l’Osservatorio turistico): gli arrivi di turisti italiani crescono del 13,48% mentre ancor più lusinghiero è il risultato relativo agli arrivi di stranieri (+15,44%).
Anche il dato delle presenze straniere va oltre ogni più rosea previsione e si può parlare ancora di vero e proprio boom: dopo il +14,52% dello scorso anno si registra un nuovo importante incremento: + 14,02% rispetto al 2014 (+4.747 pernottamenti).
Sul fronte degli italiani si registra un notevole aumento degli arrivi (+ 5,57% nel 2014 e + 13.48% nel 2015) ma con vacanze leggermente più brevi (da 2,52 a 2,23 la permanenza media per turista).
Nella top five degli stranieri con maggiori pernottamenti si collocano: Francia (+24% passando da 5.919 a 7.343 notti), Regno Unito (+44% da 4668 a 6756), Germania (+20% da 4.605 a 5.566), Belgio (+16,5% da 2.917 a 3.398), Paesi bassi (+53,48% da 1.735 a 2.663). Seguono nella classifica U.S.A. (quinti lo scorso anno), Svizzera, Austria e Svezia.
Sul piano delle performance, tra i paesi che hanno fatto registrare le migliori percentuali di aumento si segnalano la Danimarca (+185%), Malta (+135%), Argentina (+ 97%), Turchia (+84%), Israele (+82%) e Paesi Bassi (+53%).
“Sono numeri che parlano da soli” – dichiara l’Assessore al Turismo Pasquale Lasorsa, che sottolinea come -” il nostro territorio sia ormai sempre più aperto ai mercati esteri (che sono anche quelli con una maggiore propensione al consumo) e come stia lentamente tornando a crescere il mercato interno che negli scorsi anni aveva mostrato di aver subito in modo importante la crisi economica”.

I risultati qui riportati sono stati rilevati direttamente sull’universo delle strutture ricettive martinesi che hanno aderito e trasmesso per via telematica i dati sul movimento dei clienti registrati, durante le operazioni di check in e check out, attraverso SPOT (Sistema Puglia per l’Osservatorio Turistico).
“I numeri evidenziano quanto Martina Franca stia crescendo negli ultimi anni e quanto siano importanti le azioni di promozione e di qualificazione dell’offerta di attrattori.
Aver puntato su arte, cultura e natura (che ha al suo interno l’enogastronomia) si è rivelata una scelta vincente di questa Amministrazione e su questa strada occorre proseguire. Occorre, inoltre, segnalare che l’anno in corso non sarà da meno: questi risultati, infatti, fanno il paio con quelli registrati nel primo trimestre del 2016 che ha già fatto segnare per la Valle d’Itria percentuali di crescita straordinarie che superano il 13%.

Il brand Martina Franca e quello della Valle d’Itria in generale saranno, quindi, ancora una volta trainanti per lo sviluppo dell’intero settore in Puglia.

Numeri che si traducono direttamente in economia con una ricaduta stimata per gli operatori locali (strutture ricettive, ristorazione e rete commerciale innanzitutto) di oltre dieci milioni di euro”.

Si ricorda che di questi dati e della situazione del turismo in Puglia si parlerà, nel dettaglio, lunedì 6 giugno in occasione della conferenza sugli stati generali del settore organizzata dalla Regione e che la nostra città ospiterà.

 

 

© 2016, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here