Dopo i ripetuti attacchi contro la sicurezza dei cittadini, culminati con le bombe intimidatori della scorsa notte, la Giunta Comunale ha deciso di far sentire la voce dei cittadini con l’intento di  “respingere gli attacchi alla convivenza civile e democratica”

Si è riunita alle 13.00 la Giunta comunale di Martina per fare il punto sulla questione sicurezza, dopo che la città è piombata nel panico con l’esplosione di un ordigno in via Italo Svevo. La riunione ha prodotto un Ordine del giorno che di seguito riportiamo:
“L’Amministrazione Comunale di Martina Franca, riunita di urgenza, in data 27 maggio 2014,

CONSIDERATO che in città si sono verificati gravi atti di intimidazione, furti reiterati, posizionamento di ordigni, susseguitisi nel tempo, che hanno causato preoccupazione, allarme e danni ai cittadini, già disagiati per la crisi economica;
CONDANNA con fermezza questa strategia che sta interessando i cittadini del nostro territorio che reagiranno, ne siamo certi, con coraggio civile, determinazione e coesione cittadina;
PRENDE ATTO – che S.E. il Prefetto di Taranto ha convocato d’urgenza il Comitato della Sicurezza in data odierna per le misure di competenza;
– che tra i punti all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale c’è quello relativo alla convocazione di una seduta monotematica sulla sicurezza; – che sono in corso le gare di appalto per due progetti di videosorveglianza in città e nella zona industriale; – che già il corpo di Polizia Locale è stato potenziato con nuove unità assunte tramite mobilità e concorso pubblico e che nuove assunzioni sono previste;
ESPRIME l’indirizzo di potenziare ulteriormente il sistema di videosorveglianza con l’implementazione di ulteriori postazioni video sorvegliate;
CONFERMA La fiducia nell’operato delle Forze dell’Ordine e delle Istituzioni impegnate nella tutela della sicurezza che, pur agendo in un territorio molto esteso e confinante con tre Province, hanno dato finora prova di efficacia operativa;
CONVOCA Per venerdì 30 maggio ore 18.00 (partenza da Piazza Filippo d’Angiò e conclusione in Piazza Plebiscito) una pubblica iniziativa con il massimo coinvolgimento della cittadinanza per manifestare il sentimento di indignazione civile, per il rispetto del principio di legalità, ma anche di coesione solidale della città contro ogni forma di intimidazione.
Siamo certi che i Cittadini di Martina Franca, forti del loro senso di appartenenza ad una comunità sicura, risponderanno con coraggio e determinazione per respingere gli attacchi alla convivenza civile e democratica”.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here