“L’aggiustatore di destini” con Colizzi e lo “Sportello di Mattia” a Martina Franca
aggiustatoreNella prestigiosa Sala degli uccelli del Palazzo Ducale di Martina Franca, martedì 29 settembre alle 18.00 l’Associazione lo Sportello di Mattia, l’Assessore ai servizi sociali Vito Pasculli e la professoressa Roberta Leporati incontrano Francesco Colizzi, autore del suo primo romanzo “L’aggiustatore di destini”, una sorta di thriller psicologico. Modera il dottor Michele Tagliente, vice-presidente dell’associazione “Lo Sportello di Mattia” (con sportelli operativi di consulenza filosofica a Martina Franca e Ostuni) dedicata al giovane Mattia Tagliente, scomparso due anni in un incidente stradale. E c’è un filo sottile, ma d’acciaio, che lega Mattia a Franco Colizzi. Psichiatra, direttore del centro di igiene mentale di Brindisi, Colizzi è la persona con cui stava collaborando Mattia attraverso l’associazione “Gulliver 180” che dà una mano alle persone affette da disturbi mentali, con l’intento, in un certo senso, di “aggiustarne i destini”. L’autore si cimenta con “L’aggiustatore di destini” in una storia intensa, il cui protagonista è Giovanni Nilo, un giovane psichiatra e psicoterapeuta pugliese amante della letteratura e del mare. Segue vari casi clinici, con partecipazione e passione, riflettendo continuamente sulla propria missione e tentando di “aggiustare il destino” di chi soffre. In particolare, la vicenda di Lucia, giovane universitaria bella e intelligente, provocante e seduttiva, assume i caratteri di una vera e propria indagine. Mentre scorre la sua vita, tra l’amore per Emma e quello per la professione, il dottor Nilo si ritrova a fare i conti con l’orrore e il male, propri della condizione umana. Franco Colizzi, impegnato nel volontariato internazionale, è stato per sei anni Presidente nazionale dell’Associazione Italiana Amici di Raoul Follerau. Ha pubblicato libri creativi e di saggistica: “Inseguendo le cose” (Schena 1996), “Danzatori e orchestrali”(Barbieri 1998), “Un potere più grande”(La Meridiana 2010), Eutopia” (La Meridiana 2012).

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here