In merito all’ordine del giorno del PD e della mozione di FI, il consigliere regionale Francesco Laddomada ha duramente contestato l’introduzione del ticket di 2 euro per le prenotazioni in farmacia.
LADDOMADALaddomada ha inoltre contestato la conduzione di alcuni settori e di alcuni servizi nell’ambito della Sanità regionale; la mancata relazione semestrale dei dg Asl, l’impossibilità per il consigliere regionale di seguire i percorsi delle scelte amministrative e sanitarie delle Asl, che impedisce ai consiglieri la conoscenza dei problemi e la ragionevolezza delle soluzioni adottate. Laddomada chiede espressamente all’assessore Pentassuglia – che ha avvalorato la predetta delibera – la revoca della stessa che, ingiustamente, va a pesare sui cittadini più deboli che già pagano le imposte con le quali si mantengono i CUP. Sul punto Laddomada chiede da tempo ispezioni dei CUP, e del loro funzionamento, per conoscere se tutti gli esentati hanno limiti reddituali previsti per legge. Insomma, Laddomada nel chiedere la revoca della delibera che ha introdotto il balzello dei 2 euro, auspica che con coraggio siano affrontate le criticità più profonde e ataviche cui è affetta parte della Sanità di Puglia.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here