Riprendono oggi i laboratori gratuiti dell’Associazione Ecomuseale di valle d’Itria rivolti non solo agli operatori ma a tutti gli interessati. Stasera il terzo appuntamento suo recupero dei beni culturali, dalle 16,00 a Villa Mitolo (Locorotondo)

Di seguito i dettagli dell’iniziativa e in basso il calendario completo degli incontri.

Nell’ottica di migliorare le conoscenze legate al territorio e alle migliori strategie di sviluppo, l’Associazione Ecomuseale di valle d’Itria (ente gestore dell’Ecomuseo della Valle d’Itria), ha strutturato un corso di formazione rivolto agli operatori dell’associazione e aperto a tutti gli interessati. Infatti, l’Associazione Ecomuseale ètra i vincitori del bando: “Laboratori dal Basso”- azione sperimentale dell’ARTI e Bollenti Spiriti della Regione Puglia, cofinanziata dalla Unione Europea, attraverso il PO FESR 2007-2013
Il percorso formativo, del tutto gratuito, si svolge con incontri settimanali, a Locorotondo, c/o sala “ don Lino Palmisano”- villa Mitolo e tre incontri presso i Laboratori G-Lan – via Giannone, di Locorotondo.
I laboratori dal basso sono stati pensati per aiutare a focalizzare meglio alcuni elementi che caratterizzano la missione stessa dell’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria e di quanti operano sul territorio. Saranno chiamati esperti con cui confrontarsi, che orientino e diano spunti di intervento sulla valorizzazione e diffusione del patrimonio culturale in quanto elemento del territorio, funzionale alla costruzione e rivitalizzazione di reti di attività e servizi volti a promuoverne la sostenibilità ambientale e sociale (programmazione e pianificazione ambientale per la conservazione, il recupero e la valorizzazione delle risorse territoriali); sul recupero e riproposizione del patrimonio materiale e immateriale, attraverso la raccolta e gestione di informazioni, dati, documenti utili per eventuali programmi di promozione o iniziative di valorizzazione.
I laboratori sono stati ideati come officine progettuali in cui offrire, da una parte, le esperienze necessarie per incentivare gli operatori ecomuseali ad aprirsi ad altre realtà, possibilità di sviluppo, progetti utili ai fini delle stesse finalità ecomuseali, procedure innovative di valorizzazione e tutela del territorio, coinvolgimento della comunità; dall’altra parte, si vogliono dare input concreti di progettazione, fund-rising, organizzazione delle risorse umane, progettazione del lavoro in rete per consentire di portare avanti le azioni ecomuseali in un’ottica di miglioramento e penetrazione nel tessuto territoriale.
Si ringraziano, oltre ai comuni delle amministrazioni dell’Ecomuseo della Valle d’Itria (Locorotondo capofila, Alberobello, Cisternino, Fasano, Martina Franca e Monopoli) i partner che hanno aderito all’iniziativa: G.A.L. di Valle d’Itria, Ordine degli Architetti di Taranto, CRSFA- Centro di Ricerca, Sperimentazione e Formazione in Agricoltura “Basile Caramia”- Locorotondo, Laboratori Urbani G.LAN, Associazione Culturale Dragare – Martina Franca, Ctg Egnatia – Monopoli, Pietre Vive Editore.

calendario ecomuseo
calendario ecomuseo

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here