Sarà presentato al pubblico di Martina Franca mercoledì 26 Novembre alle ore 18.30 presso la sala degli Uccelli – Palazzo Ducale – il libro di Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto e testimone di una vita sacerdotale ed episcopale in Brasile, dal titolo “La forza del fascino cristiano” volume edito da Itaca Edizioni e Libreria Editrice Vaticana.

Santoro ha partecipato nel 2007 alla Conferenza di Aparecida, dove collaborò col Cardinale Bergoglio – oggi il nostro amato Papa – nella commissione di redazione del Documento finale Discepoli e Missionari di Gesù Cristo, affinché in Lui abbiano vita. Attualmente papa Francesco sta riproponendo a tutta la Chiesa i frutti di quell’evento: la fede destata dalla attrazione per Gesù e la necessità di concentrarsi sull’essenziale dell’annuncio cristiano per comunicarlo con stile evangelico. Un recupero della via della bellezza, perché la Chiesa si sviluppa non per proselitismo, ma per “attrazione”.

Il lavoro di Monsignor Santoro è un contributo che come spiega Marc Ouellet, che ne ha curato la prefazione, “permette di comprendere meglio il pontificato di papa Francesco e potrà divenire un valido strumento pastorale per le nostre realtà diocesane, per rilanciare le nostre comunità formando discepoli missionari attratti dalla bellezza del Signore Risorto”.

Il volume, nella serata di mercoledì, sarà illustrato da Luciano Violante, Presidente della Camera che dialogherà con l’autore, salutando il pubblico, assieme al sindaco della città Franco Ancona e l’Assessore alle attività culturali, Antonio Scialpi.
L’invito a partecipare, esteso alla cittadinanza, invoglia inoltre il lettore attraverso la lettura del testo ad una intima riflessione.

“La natura stessa del cristianesimo consiste nel riconoscere la presenza di Gesù Cristo e seguirlo. Questa fu la bella esperienza di quei primi discepoli che, incontrando Gesù, rimasero affascinati e pieni di stupore dinanzi alla figura straordinaria di chi parlava loro, di fronte al modo con cui li trattava, dando così risposte alla fame e sete dei loro cuori”. (Tratto dal testo dell’Aparecida del 2007)

Evelina Romanelli

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here