Torna anche quest’anno il Festival dei Sensi, che per la sua sesta edizione sposa il “sesto senso”, colorandosi di rosa.

Si parte il 22 agosto da Cisternino con la raffinata manifestazione culturale organizzata dall’Associazione Iter Itria in collaborazione con l’Università Aldo Moro di Bari e con il GAL Valle d’Itria che si è meritata l’assegnazione di una medaglia del Presidente della Repubblica per le sue ricercate proposte di conferenze, mostre, gite ed esperienze sensoriali a lenta velocità in una suggestiva cornice paesaggistica. Una serie di eventi che si protrarrà fino al 24 agosto nelle più belle masserie e dimore storiche  della Valle d’Itria, tra Cisternino (BR), Locorotondo (BA), Ceglie Messapica (BR) e Martina Franca (TA), durante i quali si parlerà di sesto senso, presentato attraverso inusuali letture di argomenti eterei e all’apparenza impalpabili, spaziando tra le neuroscienze  e  la magia, in compagnia di letterati, scienziati e artisti. E a farlo saranno soprattutto le donne.

Fatima Miranda, ideatrice e interprete di performance vocali uniche nel loro genere, in una straordinaria commistione di ispirazioni orientali, poesia fonetica e suggestioni teatrali inaugurerà il Festival venerdì  22 agosto a Cisternino, in un luogo di rara suggestione sospeso tra il bosco e il mare, regalando al pubblico uno spettacolo emozionante in una delle sue rare apparizioni in Italia.

Cristina Del Mare, antropologa culturale, profonda conoscitrice di gioielli etnici, proporrà un affascinante excursus per immagini attraverso le valenze simboliche del corallo nelle culture di tutti i tempi, dalle spose tibetane alla moda contemporanea, passando per le più sofisticate manifatture del Mediterraneo.

Le capigliature saranno protagoniste di un appuntamento condotto dalla semiologa Patrizia Magli, allieva di Umberto Eco, che dialogherà con i fratelli Rocchetti, titolari dell’omonimo, mitico laboratorio romano di parrucche ed effetti speciali per le scene che vanta un lungo medagliere di collaborazioni con registi del calibro di Fellini, De Palma, Scorsese, Scola, Altman e Lee.

E sul tema acconciature il festival apre un laboratorio speciale per sole donne guidato da Cinzia Palmisano, parrucchiera di Locorotondo che nel suo salone usa proporre alle proprie clienti il book crossing in luogo delle solite riviste. Alle signore che parteciperanno Cinzia insegnerà come un semplice shampoo possa diventare un’importante occasione per prendersi cura di sé.

Appuntamento imperdibile quello dedicato alle piante, per le quali di solito ci si preoccupa solo di soddisfare le necessità primarie, acqua, luce, aria, senza considerare che hanno una vita segreta, un loro linguaggio. A parlarne sarà un’altra donna, biologa ed ecologista di fama internazionale: Consuelo De Moraes.

Patrocini: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Puglia, Province di Bari, Brindisi e Taranto, Università di Bari, Politecnico di Bari, FAI, Associazione Dimore Storiche Italiane, Comuni di Cisternino, Ceglie Messapica, Locorotondo, Martina Franca

Con il sostegno di: Enel, Divella, BNL

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here