Il Martina scivola sul manto erboso del Tursi reso viscido e pesante dalla pioggia, il Barletta cinico ne approfitta segnando subito e difendendosi con ordine. 
martina barlettaGli ospiti portano a casa tre punti che di fatto sanciscono la loro salvezza, mentre i padroni di casa dovranno ancora lottare, a partire da domenica prossima quando riceveranno la Casertana terza in classifica e a caccia di punti per consolidare la posizione in chiave play-off.

Martina-Barletta 0-1 (p.t. 0-1)

Martina:  Bleve, De Giorgi, Memolla, Bucolo, Patti, Fabiano, Arcidiacono, De Lucia (90′ Samnick), Montalto, Pepe, Tomi (46′ Caruso) A disp. Modesti, Samnick, Kalombo, Diop, Caruso, Leto, Pivkovski All. Ciullo

Barletta: Liverani, Meola, Cortellini (63′ Guarco), Radi, Stendardo, Legras, Ingretolli (77′ Rizzitelli) de Rose, Fall, Quadri, Turchetta (65′ Zammuto). A disp. De Martino, Guarco, Zammuto, Kiakis, Sokoli, Rizzitelli, Palazzolo All. Corda

Marcatore: 14′ Ingretolli (B)

Arbitro: Baldicchi di Città di Castello, assistenti Mangino e Squarcia di Roma

Ammoniti: 26′ Legras, 37′ De Lucia, 40′ De Rosa, 43′ Fabiano e Stendardo, 54′ De Giorgi e Cortellini, 88′ Rizzitelli

L’atmosfera del Tursi è da serate di coppa, c’è anche la nebbia che evoca altri palcoscenici. La pioggia caduta in ventiquattr’ore rende il terreno viscido e pesante, ma tutto sommato abbastanza agibile. Pronti via e al 5′ un brivido occasionale attraversa la schiena di Bleve che è costretto a rientrare precipitosamente da una posizione troppo avanzata per recuperare un pallonetto vagante che quasi lo beffava. Il Barletta gioca spavaldo e si affaccia all’8′ e al 10′ dalle parti del giovane portiere biancazzurro prima con Turchetta che spara alto e poi con Stendardo che di testa sfiora il palo deviando un corner nato da un mancato rilancio di Tomi. Ed è ancora un errore difensivo dei padroni di casa a consentire a Ingretolli di beffare Bleve in mischia quando è ancora il 14′. Il Martina prova subito a reagire, con Montalto che in meno di un minuto dal gol va vicino al pareggio impegnando severamente Liverani con un tiro ravvicinato. Ancora il centravanti martinese, al 28′, finalizza una bella azione orchestrata in tandem da Pepe e Montalto, ma il suo tiro attraversa tutto lo specchio della porta avversaria terminando di poco alla sinistra del portiere. Al 30′ Arcidiacono mette la palla in rete su assist di Montalto, ma l’arbitro annulla per un fuorigioco segnalato dal collaboratore di destra con un po’ di ritardo. Una scivolata di Fabiano al 33′ per poco non manda in rete De Rose, ma è Patti a rimediare. Il Martina attacca e, inevitabilmente, mostra il fianco alle ripartenze ospiti. Però al 35′ un dai e vai tra Tomi e Arcidiacono permettono a Montalto di concludere, ma il suo tiro è rimpallato in corner. Sugli sviluppi, svetta De Giorgi ma la palla è di poco a lato. Su una ripartenza dei biancorossi un’ennesima scivolata di De Giorgi costringe De Lucia all’intervento falloso dal limite che gli costa il cartellino giallo. Quadri batte da fermo ma la palla lambisce la traversa. Al 40′ su punizione dalla tre quarti messa in mezzo da De Lucia è Montalto a uscire bene dai  blocchi della difesa ma il suo controllo lascia a desiderare. Si riprende con Caruso che sostituisce Tomi, con il chiaro intento di Ciullo di riacciuffare il risultato. Mossa che però, col senno di poi, non ha dato gli esiti sperati, in quanto il giovane attaccante non è mai entrato in partita. E dopo appena 30 secondi è il Barletta a sfiorare il raddoppio con un tiro di Quadri rimpallato sulla parte alta della rete difesa da Bleve. Dopo alcune azioni convulse a centrocampo, che fruttano ammonizioni da una parte e dall’altra, è De Rosa a cogliere un palo clamoroso su azione di rimessa. Il Martina però continua a premere, e al 22′ Montalto spreca un’occasione che dagli spalti sembrava favorevole, svettando di testa su cross di Memolla ma mettendo la palla lontano dallo specchio. Accade lo stesso al 28′, quando ancora il centravanti biancazzurro raccoglie un traversone di De Lucia ma mette ancora a lato. Memolla scodella palloni in area, alcuni buoni altri meno buoni, ma la difesa biancorossa fa buona guardia. Al 90′, con tre minuti di recupero da giocare, Samnick rileva De Lucia, con una mossa che non è molto “compresa” dal pubblico. L’ultima occasione è per Arcidiacono che su punizione dall’angolo corto prova la deviazione in scarso equilibrio e mette la palla alle stelle. Si chiude con la nebbia che cala sul Tursi e sull’umore dei tifosi, che adesso aspettano la Domenica delle Palme per la difficile gara contro la Casertana, che tuttavia potrebbe rivelarsi determinante.

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here