Già da alcuni anni la stazione centrale di Bari è oggetto di lavori di ammodernamento che puntano a farla divenire al passo coi tempi e con le nuove esigenze del trasporto pubblico.
Tra pochi mesi (si stima ad aprile) partiranno i lavori che interesseranno soprattutto l’area sud della stazione, quella che si affaccia su Via Capruzzi. La prima opera in cantiere, con l’inizio dei lavori previsto per aprile riguarda l’abbattimento del fabbricato ora utilizzato dalle Ferrovie Sud-Est.
Su quella che attualmente è una biglietteria con sala d’aspetto, le cui condizioni attuali sono degli esempi della poca funzionalità di FSE, nascerà una costruzione tutta nuova, a tre piani, con una nuova biglietteria, una più ampia sala d’aspetto oltre a uffici e locali commerciali. Fine prevista (e auspicata) dei lavori: 2019.

L’investimento complessivo nelle opere che riguardano la stazione centrale di Bari è pari a 99 milioni di euro, con oltre 90 milioni per realizzare finalmente quell’intermodalità che da anni è una delle richieste più pressanti di pendolari e imprenditori.

Il fatto che Ferrovie del Sud-Est possa beneficiare dei lavori previsti da Grandi Stazioni rail e da Rete Ferroviaria Italiana è estremamente positivo, ed è probabilmente una prima ricaduta dell’importanza di avere un nuovo proprietario già attivo nel ramo del trasporto ferroviario, Ferrovie dello Stato.

Pochi anni, dunque, e tanto i pendolari che si muovono tra Bari e la Valle d’Itria che i viaggiatori diretti sul nostro territorio potranno usufruire di una nuova e più moderna infrastruttura. Ora non resta che aspettare un miglioramento delle condizioni di trasporto, per raggiungere quantomeno il livello della decenza.

© 2017, Andrea Tarquilio. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here