In relazione alla eccezionale nevicata dalla serata del 30 dicembre fino alla mattina seguente, l’amministrazione comunale di Martina Franca ha fornito alle 23.15 di giovedì 1° gennaio 2015 le seguenti informazioni:

Il 29 dicembre il Servizio di Protezione Civile della Regione Puglia ha emanato un comunicato di preallerta, per le successive 36-48 ore, in cui venivano segnalati neve fino a 20 cm.

E’ stata, quindi, attivata la struttura operativa per il controllo del territorio con un presidio del Comando di Polizia Municipale e la presenza notturna di una pattuglia, oltre all’allerta di una ditta per eventuali interventi occorrenti e la predisposizione di ordine di servizio agli operai comunali in anticipo rispetto all’orario di lavoro.

Dopo la eccezionale nevicata della notte del 30, con un accumulo di neve di circa 80 cm, è stato insediato il Centro Operativo Comunale (COC).

Il Comune si è, dapprima, fatto carico delle emergenze sanitarie, garantendo l’attività di assistenza ai malati dializzati, cardiopatici e oncologici, assistenza all’ambulanza del 118 per i vari interventi e alle forze dell’ordine che avevano difficoltà a utilizzare i propri mezzi.

Sono stati regolarmente garantiti i pasti alle persona anziane sia al Centro Polivalente che a livello domiciliare. Sono stati ricongiunti nuclei familiari dispersi nella campagna e privi di comunicazione.

Riguardo alla gravità dell’evento meteorologico (non segnalato in tale misura) sono state, sin da subito, attivate complessivamente 12 ditte, ciascuna delle quali dotate di mezzi spalaneve nonostante il periodo festivo.

Tutti i mezzi a disposizione del comune sono stati, senza soluzione di continuità, utilizzati per le attività di soccorso sia in città che in campagna, dando priorità prima ai punti di accesso pubblico (Ospedale, guardia medica etc), alle arterie principali e progressivamente alle altre strade, partendo dagli spazi pubblici e via via affrontando le molteplici emergenze (contrade, centro storico, zona industriale, quartieri periferici).

La precipitazione nevosa ha causato numerose cadute di alberi che hanno reciso i fili dell’energia elettrica, spesso, in punti molto difficili  ed impervi da raggiungere vista la vastità dell’agro.

L’Enel ha, sino ad ora, effettuato circa 50 interventi di riparazione in condizioni proibitive, anticipati e supportati dai mezzi attivati dal comune quale quanto priorità strategica. Altri interventi saranno assicurati anche nelle prossime ore superando le difficoltà.

La Polizia Municipale in queste 2 giornate ha gestito circa 450 chiamate canalizzando le segnalazioni alla centrale operativa e cercando di risolvere i vari problemi di natura individuale o collettiva.

L’emergenza ghiaccio è stata gestita spargendo il sale sulle strade di propria competenza e spesso anche su quelle provinciali, dove più volte è intervenuta la struttura comunale.

L’attività di spargimento del sale riprenderà dalle primissime ore del 2 gennaio.

Restando ancora l’emergenza ghiaccio, per l’abbassamento della temperature soprattutto nelle ore notturne, si consiglia di utilizzare le auto solamente per motivi di stretta indispensabilità.

In queste giornate, il Centro Operativo Comunale rimane attivo 24 ore su 24,  fino alla fine dell’emergenza.

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here