La Valle D’itria Basket Martina non vuole guardarsi indietro, nonostante le ultime due partite resteranno scolpite nella storia del di basket martinese.

Di seguito le dichiarazioni pre-gara rilasciate da coach Aldo Russo e dal presidente Marcello Schiavone

due esseAlle porte c’è l’ennesima trasferta insidiosa, in terra salentina, di un campionato equilibrato e difficile: l’avversario della 20° Giornata è infatti la MD Discount Monteroni. Una squadra reduce da due sconfitte consecutive, con le dirette avversarie Catanzaro e Maddaloni, che hanno frenato la sua corsa alle zone alte della classifica, ma che non scalfiscono il valore di una formazione candidata ai primi posti della griglia playoff grazie alla presenza nel suo roster di giocatori come Mocavero, Alessandro Potì e Leggio. Dall’altra parte sarà importante capire se e come i ragazzi di coach Russo avranno metabolizzato le due vittorie con Palermo e Agropoli, per la maggior parte degli addetti ai lavori autentiche imprese.

“Si abbiamo metabolizzato perché cavalcato l’onda dell’entusiasmo che queste ultime due vittorie ci hanno dato, – afferma coach Aldo Russo – ma ricordiamo anche che venivamo da altrettante due sconfitte al fotofinish (-18 ma solo sul finale a Catanzaro e Maddaloni al fotofinish ndr) che ci hanno lasciato tanto amaro in bocca. Siamo andati a Palermo consapevoli di dover disputare una partita senza grandi pressioni ma con il giusto atteggiamento e alla fine è venuta fuori una prestazione di grande intensità e sagacia tattica. Cosa che abbiamo ripetuto con Agropoli che a differenza di Palermo nel finale, probabilmente, non ha mollato la presa come d’altronde ci aspettavamo dalla capolista del girone. Abbiamo ragionato molto bene in settimana sulla presa di coscienza dei nostri limiti e sulla grande mole di lavoro che stiamo facendo e questo ci porta, sulle ali dell’entusiasmo, ad essere sempre più coesi per interpretare le partite con grande intensità e intelligenza, perché i miei ragazzi hanno dimostrato di avere valori importanti anche sotto l’aspetto tecnico a testimonianza, se ancora non fosse sufficientemente chiaro, che sino ad ora è stata disputata una grande stagione”. Alla luce di questo, la DueEsse arriva certamente carica e conscia dei propri mezzi alla sfida contro Monteroni che proprio all’andata è riuscito a violare il Pala Wojtyla, al supplementare, con la classe e l’esperienza dei suoi uomini chiave: “parliamo di un’altra squadra attrezzatissima per i primi posti della griglia playoff, che vanta giocatori di categoria come Mocavero e Potì, e che ricordiamo è stata la prima squadra a battere a domicilio Agropoli. Le loro utlime due sconfitte, in casa ma nel finale con Catanzaro, e a Maddaloni su un campo difficile, non devono ingannare perché può capitare di avere risultati altalenanti in match senza pronostici già scritti. Monteroni è una squadra ben allenata, che gioca bene, e dal grande talento offensivo perché in grado di avere tante peculiarità e sfruttare diversi vantaggi, sia con gli esterni in post basso, che con gli interni dalla grande propensione al tiro da 3 come Mocavero, Leggio e Paiano. Lo stesso Leggio, insieme ad Ingrosso, sono inoltre due giovani interessanti, entrambi del ’94, che vanno ad integrare un roster completo e dalle varie soluzioni e per questo giocare in casa loro sarà estremamente difficile. Noi, dal nostro canto, dovremo affrontarli alla stessa maniera di Palermo e Agropoli, senza pressioni e sapendo di dover disputare solo una gran partita per poter riuscire a strappare una buona prestazione, poi il risultato lo dirà il campo”. L’entusiasmo palpante nell’ambiente, in seguito alle ultime vittorie, può essere un’arma a doppio taglio, soprattutto in vista delle prossime gare che, escluse Monteroni e Bisceglie, vedranno la DueEsse impegnata contro avversari diretti in classifica. “Abbiamo lavorato proprio in settimana sul prendere coscienza che giocare partite contro squadre blasonate aumenta le motivazione, senza però perdere di vista quell’energia e voglia di migliorarsi giorno per giorno necessarie a confrontarsi contro avversari teoricamente alla portata, anche se in questo campionato non ci sono partite scontate e sarà molto complicato affrontare il resto della stagione, per questo dovremo pensare a disputare una partita per volta, lottando sempre su ogni pallone”. Una stagione che però, fino ad ora, anche per bocca del presidente Marcello Schiavone si sta rivelando soddisfacente per la crescita costante del gruppo messo su in estate: “apprezzo e sono molto contento delle parole del presidente e dell’atmosfera che si respira a Martina, dopo queste due vittorie, ma io non ho perso la fiducia nei miei ragazzi neanche quando eravamo in fase negativa, dove ci mancavano i risultati, perché sapevo di avere dei grandi uomini prima che degli ottimi giocatori di pallacanestro. Sono persone, dal primo all’ultimo, che lavorano costantemente sui propri limiti con la voglia di migliorarsi quotidianamente, partendo anche dal sottoscritto che cerca sempre di fare meglio. Ci aspettavamo semplicemente, dopo le diverse partite combattute, di poter essere una squadra che ‘non mollava mai’ e il motto prefissato ad inizio anno doveva essere proprio questo, ma di certo stiamo andando oltre le più rosee aspettative e continueremo a fare quanto di più buono possibile”.

Palla a due alle ore 18.00, presso la Palestra del Velodromo degli Ulivi, Strada Provinciale 119 Monteroni di Lecce (LE). Arbitreranno la gara i sigg. Andrea Bernassola di Palestrina (RM) e Marco Marsico di Roma.

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here