Anche i Vip in competizione. Donato Pentassuglia è sesto, ma promette  battaglia, all’inseguimento del motociclista Romano Fenati. Battagliera anche la show-girl Patrizia Pellegrino. Il via è alle 9:00 dalla Statale 172, con arrivo in via Toledo a Selva di Fasano.

E’ subito bagarre sulle curve della Selva. Due manche di prova, con risultati che danno una prima idea su chi entrerà in lizza per la vittoria. Due salite mozzafiato, nelle quali le avvisaglie di bagarre sono state già lanciate. Doppio spettacolo oggi, nelle prove della 57. Coppa Selva di Fasano e replica, ma in condizioni di gara, annunciata per domani, sui 5,6 Km del percorso in salita verso Selva di Fasano: una località già nota per essere meta di vacanze tra le migliori ma, in questo fine settimana, il traguardo più ambito per i piloti del Campionato Italiano della Montagna. Spettacolo, dunque, e per palati raffinati. Il parco partenti, ricco di 126 piloti che ieri hanno passato le verifiche tecnico-sportive, ha espresso oggi il meglio che le vetture Prototipo e Monoposto, insieme alle aggressive GT, hanno saputo offrire in questa prima giornata, dedicata alla messa a punto delle vetture. Un ottimo risultato, per gli organizzatori della Egnathia Corse, capeggiati dalla Presidente Laura De Mola, ma questo è solo l’inizio. Il meglio arriverà domani, con il responso definitivo delle due manche in programma. Il via è alle 9:00 dalla Statale 172, con arrivo in via Toledo a Selva di Fasano.

Tutti a caccia di Christian Merli. Il secondo turno di prove ufficiali ha sancito a Fasano la ferma intenzione di Christian Merli di far sua la 57. edizione della Coppa Selva di Fasano. Il trentino ha portato la propria Osella PA 2000 in cima alla collina della Selva abbassando di quasi 2 secondi il rilevamento della prima manche di oggi: 2’12”99 il suo tempo, che nel ranking delle migliori prestazioni odierne stacca di 4”68 il fasanese Francesco Leogrande (Osella PA30), salito con il tempo di 2’17”67. “Nella seconda salita ho toccato con l’anteriore sinistro alla Juppitella” – spiega Leogrande – “Ho percorso le ultime curve con la gomma forata ma, nonostante questo inconveniente, ho ridotto il precedente crono di quasi 5 decimi. Posso dire che la seconda salita mi ha soddisfatto, valutando in almeno 2 secondi il tempo perduto nelle ultime curve. Per domani prevedo una accesa battaglia con Merli.” Anche Christian Merli spiega la propria soddisfazione: “Nel secondo turno ho montato una diversa mescola di pneumatici e mi sono sentito a mio agio. Le Avon che stiamo sviluppando si stanno rivelando ottimali e a dimostrarlo è la sensazione che ho avuto nella seconda salita, oltre che i risultati.” In piena corsa per la vittoria è anche Vincenzo Conticelli (Osella FA30). Il catanese ha migliorato notevolmente il tempo interlocutorio segnato in prima manche, scendendo a 2’18”31. Gli resta da recuperare un gap di 5”32 dalla migliore prestazione di Merli e per riuscirci sono davanti a lui le due manche di domani.

Spettacolo in tutte le categorie. A caccia delle zone alte di classifica ci sono anche le Monoposto: il cosentino Carmelo Scaramozzino, oggi con il quinto tempo assoluto al volante della sua Lola Dome F.3, si è accodato al quarto tempo del suo concittadino Domenico Scola, su Osella PA 2000. Tra le ruote coperte, spettacolare la prestazione della Lancia Delta del bolognese Fulvio Giuliani, migliore nel Gruppo E1 davanti alle altrettanto poderose Ferrari 550 del napoletano Piero Nappi e Alfa 155 del teramano Roberto Di Giuseppe. Senza contare le accattivanti GT, tra le quali è emerso il siracusano Ignazio Cannavò (Lamborghini Gallardo) come più veloce della categoria, davanti al padovano Roberto Ragazzi (Ferrari 458) e al vastese Luigi Perchinunno (Ferrari 430). Lo spettacolo è annunciato in tutte le categorie, dalle vetture elaborate del Gruppo A a quelle di serie del Gruppo N, fino alle straordinarie Minicar della Classe 700 cc, ovvero le immortali Fiat 500 e 126 prima generazione, veri gioielli usciti dalle più capaci officine di elaborazione nazionali.

VIP in tuta e casco. Sempre interessante il “casting” curato da Laura De Mola: gli attori chiamati alla sfida tra VIP, al volante delle Volkswagen Lupo della Epta Motorsport, il più veloce è stato il motociclista Romano Fenati, davanti all’attore Raffaello Balzo e al Consigliere regionale Fabiano Amati. Il volenteroso Stafano Masciarelli, quarto, è per ora davanti al collega Alex Belli, all’Assessore regionale Donato Pentassuglia e al calciatore Stefano Desideri. Seguono le attrici Barbara Clara e Patrizia Pellegrino, desiderose domani di risalire la classifica.

(nella foto: Christian Merli con la sua Osella PA 2000)

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here