Gli alunni delle classi 3^B e 3^C del Plesso Battaglini, accompagnati dalla referente prof.ssa Maria Pia Pugliese, hanno partecipato nei giorni scorsi alla cerimonia di presentazione del libro “Diario di Guerra 24-10-1917/19-01-1019” di Giuseppe Schembari e alla premiazione dei vincitori della prima edizione del Concorso, esteso alle scuole second. di I gr. di Taranto e provincia, “5 passi per un racconto online – ispirato liberamente al Diario”, presso l’Auditorium “E. Basile” dell’ITES Pitagora di Taranto.

La lodevole iniziativa si è sviluppata ad opera di una rappresentanza di ex studenti dell’Istituto tarantino che, nell’occasione della celebrazione del 50°anniversario della maturità, hanno voluto ricordare l’allora Preside Dott. Giuseppe Schembari proponendo al Consiglio d’Istituto la pubblicazione delle  Sue memorie scritte durante il triste periodo di prigionia durante la I Guerra Mondiale a Celle Lager vicino Hannover nella Bassa Sassonia in Germania.

Rinchiuso nel lager, il sottotenente di complemento dell’Esercito italiano nel 148° Reggimento di Fanteria Schembari aveva descritto i disagi, le paure, gli orrori, la sua ira impotente per l’umiliazione della prigionia, l’attesa della fine della guerra e della liberazione dal lager e aveva mosso critiche serrate e motivate alle colpe e alle inadempienze degli alti comandi dell’Esercito italiano.

Nello stesso campo di prigionia di Celle Lager erano stati rinchiusi anche i due futuri  scrittori  Ugo Betti e Bonaventura Tecchi, mentre in un capannone vicino a quello dove era stato relegato Schembari, esattamente nel Block C, Baracca 15 B, il sottotenente degli Alpini Carlo Emilio Gadda, caduto prigioniero sulle rive dell’Isonzo scriveva il suo “Giornale di guerra e di prigionia”.

Le alunne Floriana Caramia e Stefania Sisto della 3^B e gli alunni Gianmarco Cito, Alessio Gianfrate e Pietro Nisi della 3^C, guidati dalle docenti di lettere prof.sse Teresa Castello e Maria Pia Pugliese, hanno aderito al suddetto concorso di scrittura collettiva in rete, ispirata appunto Giuseppe Schembari, per realizzare un’esperienza interattiva finalizzata ad interessarli e a sensibilizzarli maggiormente alla lettura e alla scrittura, nonchè alla storia del proprio territorio.

In particolare, gli alunni partecipanti hanno utilizzato un metodo aperto e fruibile, un blog dedicato innanzitutto per conoscersi tra loro e per conoscere la docente responsabile del concorso, la prof.ssa Angela Vinci e, successivamente, per attività guidate finalizzate alla produzione del racconto.

Il prodotto finale è non solo un resoconto delle capacità creative e rielaborative degli alunni ma anche un lodevole esempio di composizione partecipativa che a breve sarà pubblicato sul sito web dell’ITES Pitagora in versione scaricabile.

Presenti alla cerimonia la Dirigente Sc. ITES Pitagora Dott.ssa D’Addario, la giornalista docente di italiano e latino al Liceo Classico Aristosseno prof.ssa Minervini, la Preside Emerita ed erede Franca Schembari e lo scrittore e giornalista Dott. Raffaele Nigro.

Con grande soddisfazione ed entusiasmo ritirano il 1° Premio Ex Equo Buono Libri 150€ gli alunni Floriana Caramia della classe 3^B e Gianmarco Cito della classe 3^C.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here