Lo storico consigliere comunale d’opposizione, uno dei due capogruppi di minoranza, il socialista Enzo Perrini, con un passato da Vice Sindaco  e  da Presidente del Consiglio comunale parla a tutto tondo della maggioranza guidata dal Dott. Luca Convertini che  lo scorso 21 gennaio ha festeggiato il suo primo anno dalla presentazione al Teatro Grassi.

 

Perri

“La maggioranza è brava a comunicare, molto meno a concretizzare.  In questi mesi a me sembra che l’amministrazione guidata dal sindaco Luca Convertini si sia più che altro adoperata ad accontentare alcune persone politicamente vicine, pensando poco alla soluzione dei veri problemi che vive la nostra comunità”. Lorenzo Perrini, senza peli sulla lingua, inizia così la sua lunga conversazione con Puglia Press.

Dica dove l’amministrazione Convertini stia peccando?

“Nel campo dei rifiuti, dopo aver vissuto un’estate disastrosa per l’immagine turistica del nostro territorio, solo grazie all’attivazione del centro raccolta, realizzato dall’amministrazione Baccaro, sono riusciti ad avere un piccolo incremento della raccolta differenziata che dopo un picco nel mese di settembre è di nuovo calata progressivamente. Tutto ciò peraltro a scapito dei cittadini che hanno visto ridursi il servizio sul territorio, con l’eliminazione di molti raccoglitori stradali, oltre alla beffa di un aumento sconsiderato delle tariffe Tari: meno servizi e più tasse. Dopo oltre sette mesi non si riesce ancora a chiudere la nuova gara sui rifiuti e non mi risulta vi sia stata una grande produzione di proposte da parte degli amici esperti inseriti nel gruppo di lavoro”.

Solo su questo?

“No, questa amministrazione ha fatto trascorrere a Cisternino il più deprimente Natale degli ultimi 20 anni, sia per i cittadini che per i commercianti, pur avendo investito più risorse rispetto agli anni precedenti, circa 14.000,00 euro: più spese-meno turisti.  Per non parlare della gestione della cosiddetta emergenza neve per la quale, stando agli atti, hanno impegnato 20.000,00 euro del bilancio comunale, provvedendo solo a spargere sale su alcuni tratti stradali trascurando completamente alcune zone del territorio, i marciapiedi ed il centro storico, ma sempre pronti ad apparire sui social per comunicare le loro grandi imprese. Per fortuna Cisternino ha tanti volontari che hanno messo a disposizione il proprio tempo e la propria preparazione per risolvere molti dei disagi avuti durante le deboli nevicate: più spesa – meno servizi”.

Lei si è molto battuto in passato per l’ospedale di Cisternino. Oggi come vede la situazione?

“Le problematiche e relative preoccupazione per il nostro Presidio Territoriale di Assistenza- Ospedale di Comunità sono molte, per le quali solo oggi, dopo innumerevoli sollecitazioni da parte nostra, si è potuto avere il primo incontro della consulta della sanità alla presenza degli operatori del settore durante il quale sono stati sviscerati gli innumerevoli disagi e disservizi. In questi mesi si sono persi alcuni servizi dell’ospedale di comunità ed a breve perderemo anche il punto di primo intervento territoriale senza che l’amministrazione abbia alzato la voce contro queste scelte: più disattenzione –meno salute. Sino ad oggi abbiamo comunque tentato di collaborare, sia pure dall’opposizione, per la soluzione di alcuni problemi arrivando spesso a condividere alcuni provvedimenti, ma a volte ci chiediamo se questa collaborazione sia apprezzata nella giusta misura dalla maggioranza che d’altro canto non risponde molto spesso alle interrogazioni scritte dei consiglieri di minoranza che hanno dovuto ricorrere a diversi solleciti per ottenere anche copie degli atti o risposte scritte. I ritardi in tal senso sono addirittura arrivati dopo due mesi, contro ogni norma o regola: meno trasparenza.”

C’è altro ancora su cui lei è deluso?

“Pur avendo fatto durante la campagna elettorale una battaglia contro gli autovelox, definendoli cassa-velox, ora l’amministrazione Convertini decide di installarli su altre strade come le provinciali per Martina Franca e per Locorotondo, facendo ritornare Viale Valle d’Itria e Via Fasano ad essere delle vere e proprie piste da corsa, speriamo non accada niente di grave vista la velocità a cui ora sfrecciano le auto su queste strade. Quando installeranno loro gli autovelox non saranno cassa-velox? Così come i  12.500,00 euro per borse di studio per le quali hanno fatto domanda solo i ben informati avendo aperto un bando per pochi giorni, bando peraltro nel quale il requisito del reddito è solo residuale. Infatti vi sono state poche domande, alcune delle quali fatte da nostri concittadini, sia pur meritevoli, che forse non necessitavano di un aiuto economico: Cisternino merita di più o solo alcuni meritano di più?”

Cosa suggerisce al sindaco Luca Convertini?

“Nonostante le tante criticità evidenziate mi auguro, per il bene del nostro paese, che il sindaco  e tutta l’amministrazione inizi veramente ad occuparsi dei problemi della comunità, cercando ogni occasione utile per la crescita del nostro territorio. In questi giorni sto avendo una cattiva immagine del paese sempre meno vivo e vissuto. Il periodo è difficile per tutti, ma senza una guida salda, sicura e soprattutto presente, rischiamo di rimanere al palo. Riassumendo 7 mesi di tanto fumo e poco arrosto.”

 

Intervista di Giandonato De Cesare

© 2017, Andrea Tarquilio. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here