La Block Stem di Cisternino vince la sua ottava partita consecutiva e resta saldo in testa alla classifica del campionato di serie B di futsal. Davanti a un caloroso e folto pubblico amico, che la segue sul parquet del Salvemini di Fasano, la compagine giallorossa stende letteralmente il Fata Morgana segnando 10 reti e subendone 2, chiudendo così l’anno alla grande, in vetta alla classifica seppur appaiata al Sammichele.

“Forse banale, ma niente di più logico e veritiero”  afferma l’ufficio stampa della società. Il Cisternino merita un 10, con lode, sia per la prestazione di ieri sera, che per tutta l’annata. Si conclude il 2014 con un’esibizione, più che un incontro agonistico. Nella lista degli invitati non mancava nessuno, dal pubblico ancor più numeroso delle altre volte, agli atleti, encomiabili anche in questo ultimo pomeriggio di futsal dell’anno. Alla fine il match segue il copione della vigilia, i giallorossi fanno gioco e i calabresi provano a pungere in transizione. Ma Lisi e compagni oggi sono più cinici che mai e sfruttano tutte, o quasi, le occasioni create. Con questa vittoria, la Block Stem Cisternino sale a quota 27 punti e conclude il girone di andata in vetta alla classifica, appaiata al Sammichele.

 

La Block Stem parla spagnolo, e nel 10-2 ci sono ben tre firme di Ruben Galan, il migliore in campo. E’ il classe ’91 di Ceuta a sbloccare le marcature e poi a rincarare la dose segnando anche il quinto e sesto goal giallorosso e regalando preziosi assist. Ma non solo per questo si può definire CisterNiño. Niño vuol dire bambino e di giovani ragazzi oggi ce n’erano un bel po’. Da Lupinella, a Lisi e Sicilia, oggi coach Castellana ha concesso spazio a tutte queste promesse giallorosse. I primi due classe ’97, Sicilia, invece, classe ’96 e diciottenne da poco. I ragazzi dell’under però hanno risposto presente e non hanno per nulla demeritato il giorno del loro esordio in cadetteria. Minuti anche per Vanni Castellana, classe ’94, che si è guadagnato il rigore poi trasformato da Baldassarre.

Al 5’ è Galan a sbloccare il punteggio, con un sinistro da fuori, 1-0. Dopo 6’ De Matos e Baldassarre confezionano l’azione del raddoppio, 2-0. Terzo e quarto gol firmati dal cistranese classe ’93 Punzi, il primo dopo la traversa lambita da De Matos, il secondo con un tiro incrociato dall’out di sinistra. Nel secondo tempo riapre le danze Galan, che fa sia il 5-0, sia il 6-0 dopo un assist di Baldassarre. Un minuto più tardi penalty per il Cisternino firmato da Baldassarre: freddo, spiazza Aquilino e sigla il 7-0. Ad accorciare le distanze ci pensa al 10′ della ripresa Oliva, poi però, è La Rocca a far festa con un tiro dalla propria area di rigore, 8-1. Baldassarre, al 16′, sigla il 9-1 e infine Campolo e De Matos chiudono il match, 10-2 al triplice fischio.

 

Sono solamente due le sconfitte subite in campionato, tra le mura amiche, dalla Block Stem Cisternino nel 2014. Peraltro due ko arrivati nei primi due incontri sul neutro di Fasano, contro quel Sammcihele adesso in testa in virtù dello scontro diretto, e Catania, a meno tre dalle due pugliesi. Nessuno si sarebbe mai aspettato tutto questo,e invece il Cisternino si ritrova a guardare tutti dall’alto, tra la giusta euforia generale. Era matematica, ma ora la qualificazione alla Coppa Italia è ufficiale. La squadra giallorossa, mina vagante del tabellone di qualificazione, sarà inserita, secondo sorteggio, nel mini-girone con Loreto Aprutino, quarta del girone D, e Bisceglie, prima del gruppo E. 

 

Al termine del match, arriva il “rompete le righe” con il gruppo che si ritroverà lunedì 29 per preparare l’incontro casalingo del 10 Gennaio contro il Crotone, poi il tour de force contro Sammichele, Loreto e Catania. In quel frangente si deciderò la stagione probabilmente, che per il momento è certamente più che eccellente.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here