Ieri l’Enel ha tolto la corrente al cimitero di Martina Franca. Il motivo? Il comune non ha pagato la bolletta.
Paradossale, ma reale. Sulla questione fortemente critico il consigliere regionale e comunale Antonio Martucci, che pure fa parte della maggioranza. E in effetti, gli strali del politico sono rivolti alla dirigenza.
«Il Comune non può scordarsi di pagare le bollette – afferma Martucci – Impossibile una tale negligenza. Qualcuno deve assumersi la responsabilità di tali comportamenti che creano disservizi ai cittadini. “È impensabile che una pubblica amministrazione riscontri tali disservizi sui pagamenti delle fatture– vuol dire che qualcuno non sta facendo bene il proprio lavoro, significa che gli uffici non funzionano e significa pure che qualche dirigente evidentemente ha perso di mano una situazione per la quale è pagato con i soldi pubblici e sulla cui entità degli stipendi ho già avuto modo di esprimere la mia posizione. Non è possibile un tale disservizio al nostro cimitero, ancora più grave se fossero confermate le notizie, che ho appreso sempre dalla stampa, sul possibile taglio della corrente anche al comando dei vigili urbani. Non è possibile – dice ancora – arrivare addirittura al taglio della fornitura di corrente, significa essere negligenti e significa non aver dato seguito neppure ai solleciti che immagino siano arrivati come da prassi. E soprattutto significa non avere consapevolezza di essere al servizio della comunità, di quel senso di responsabilità di cui i dipendenti pubblici e noi politici dovremmo sentirne il peso sulle spalle. Su questa storia non possiamo sorvolare – conclude – occorre che qualcuno si prenda la responsabilità di questo disservizio ai cittadini, occorre che paghi il dirigente responsabile del procedimento, chiunque esso sia”.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here