Intervista esclusiva ad Azzurra Martino, la “fidanzata” pugliese di Checco Zalone in “Quo Vado?”
azzurra martinoLa tela di Penelope
La Penelope di “Quo Vado?” tesse la sua tela, diversa da quella omerica, aspettando la fatidica proposta, sperando di “catturare” il “posto fisso”. Ma non sempre, nei film, le storie d’amore hanno un lieto fine. Nella realtà, invece, Azzurra Martino, attrice pugliese, dopo l’incontro con Checco Zalone, al secolo Luca Medici, si è vista proiettata nelle sale di tutta Italia, coinvolta nel fenomeno cinematografico del momento, e sicuramente degli ultimi decenni. Nata a Bari, altezza 1,67 cm, occhi verdi, capelli biondi e ricci, Azzurra Martino ha calcato le scene dei palcoscenici pugliesi prima di approdare alla “corte” di Re Checco.

Azzurra Martino, dai palcoscenici teatrali pugliesi (e non solo) al grande schermo accanto al fenomeno Checco Zalone. Com’è avvenuto questo incontro?
“La cosa è avvenuta in maniera piuttosto classica: una volta contattata dalla produzione ho fatto un primo provino su parte a Roma con la casting Elisabetta Curcio al quale è seguito un secondo provino con Luca Medici. Dopo un po’ mi hanno comunicato che Penelope (la fidanzata Pugliese di Zalone) l’avrei interpretata io, e ovviamente sono stata felicissima!”
luca medici e azzurra martinoCom’è stato lavorare con Zalone, Nunziante e tutto lo staff di quello che ormai è un evento senza precedenti?
“Gennaro Nunziante e Luca Medici sono persone molto serie, lavorare con loro è divertente ma allo stesso tempo richiede impegno, perchè sono molto attenti e meticolosi. Luca, in particolare, è una persona speciale, sempre cortese e allegra. Io ho avuto modo di girare solo in Puglia ma vedendo il film ho capito il grosso lavoro che ha fatto Luca. Lui è in tutte le scene, e rimanere nel personaggio per così tanti mesi non è affatto facile. In ogni caso penso che il successo di questo film sia la giusta ricompensa per il lavoro di ognuno”.
Puglia, cinema, spettacolo … ormai una macchina da guerra. Ma è davvero tutto oro quello che luccica?
“La Puglia offre degli scenari meravigliosi ai quali sarebbe un peccato sottrarsi. E’ normale che molti registi la scelgano come officina dei loro progetti, sarebbe altrettanto bello se si coinvolgessero sempre più talenti del territorio e la Puglia ne è piena”.
Cosa ami di più della Puglia, e cosa vorresti cambiare?
Io vivo fra Roma e Bari, e quando ho tempo torno in Puglia perché ho bisogno del mare e di recuperare dei silenzi. La Puglia per me è perfetta così com’è con i suoi pregi e i suoi difetti, con i suoi controsensi e la sua magia, non riesco a immaginarla in modo differente”.
azzurra martinoParlaci un po’ della tua carriera, passata, presente e … futura.
“La mia carriera la sto vivendo in questo momento e l’ho vissuta in ogni momento del passato, non mi sono mai fermata a pensare a ciò che ho fatto o a ciò che farò ma ho fatto e basta. Da piccolissima per me è sempre stato un andare in scena, un mettermi in discussione e ricercare il modo migliore per farlo. Amo il teatro, la letteratura, la poesia e cerco di ritrovare tutto ciò nel cinema. Ho studiato per molti anni danza e il passo successivo è stata la recitazione. Per me l’importante era ed è esprimermi, usare tutti i mezzi che la natura mi ha dato per farlo. Non ho mai pensato “voglio fare l’attrice” o “voglio fare questo o quello”, ho semplicemente seguito il mio corpo e le mie pulsioni cercando il modo di migliorare ogni giorno”.
C’è qualcosa che vorresti dire e che nessuno ti ha mai chiesto?
Mi sono sempre chiesta cosa avrei risposto alla domanda di Marzullo : “la vita è un sogno e i sogni aiutano a vivere meglio?!” Forse non ho mai realmente elaborato una risposta quindi aspetto che lui mi faccia questa domanda.
E noi ti auguriamo che accada. Magari, se Marzullo dovesse ritardare, te la rifacciamo noi questa domanda.
“Ahahahah! Senz’altro”.

Matteo Gentile

© 2016, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here