Block Stem Cisternino batte il Bisceglie e approda alla Final Eight di Coppa Italia di Serie B di futsal.
coppa vs bisceglieGrande entusiasmo nella società giallorossa, che centra un primo obiettivo, seppur parziale. “Se è un sogno, non svegliateci – scrive l’ufficio stampa. – Serviva un’impresa e questa è arrivata. La Block Stem Cisternino batte il Bisceglie, mai sconfitto quest’anno, e accede alla final eight di coppa Italia di serie B. Partita perfetta dei giallorossi, che hanno meritato il passaggio del turno, scrivendo un nuovo, esaltante capitolo, della propria storia. Nel 4-3 finale c’è lo zampino di tutti, nessuno escluso, ma a spiccare su tutti, vista la gara di sacrificio e difesa è il portiere giallorosso, Gabriel La Rocca, migliore in campo. Recuperato in extremis, è stato l’uomo in più del match, non tanto per i prodigi difensivi, decisivi soprattutto nel finale, quanto nei lanci che hanno permesso ai cistranesi di aprire una difesa nerazzurra non imperforabile. Il Cisternino, da squadra ormai matura e abituata alle notti magiche di coppa, non sbaglia un colpo e giustizia i cugini pugliesi, arrivati al Salvemini con due risultati su tre a disposizione. E’ stata una grande gara di futsal, tra due squadre in testa nei rispettivi gironi. Il Cisternino, passato in vantaggio dopo 3’ con Solidoro su perfetto schema di rimessa laterale, ha dovuto disputare una partita di sofferenza, con il Bisceglie che fin dopo la rete iniziale ha premuto fortemente sull’acceleratore per recuperare il prima possibile. Con De Matos out per squalifica, Castellana ha dovuto rivoluzionare il proprio gioco: linee strette di difesa e contropiedi letali. Il raddoppio arrivava all’11 con La Rocca che pescava con un lancio millimetrico uno scatenato Galan. Ospiti che accorciavano con Cutrignelli, ma a 20’’ dalla sirena, era Martellotta a fare 3-1. Nella ripresa il canovaccio non cambiava, col Bisceglie che tornava sul -1 grazie ad un preciso tiro dalla distanza di Ortiz. Il muro giallorosso però non crollava sotto gli attacchi degli uomini di Ventura e arrivava addirittura il 4-2 con uno splendido lancio di Baldassarre che trovava ancora lo spagnolo Galan pronto all’appuntamento. Con il portiere di movimento il Bisceglie trovava con Keko la rete del 4-3, ma nulla più. Il Cisternino levava le braccia al cielo e vedeva all’orizzonte la Final Eight.  Tre pugliesi tra le otto grandi: oltre alla Block Stem, si qualificano anche Sammichele e Barletta. Poi Catania, Imola, le venete Menegatti Metalli e Carrè Chiuppano, e i lombardi del Cornaredo”.

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here