OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Arrestato spacciatore internazionale appena sbarcato a Bari

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ieri, martedì 24 novembre, la Polizia di Stato, congiuntamente a Militari del Gruppo Bari della Guardia di Finanza e personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Bari, nell’ambito dei rafforzati servizi di controllo presso lo Scalo Marittimo ed Aereo barese, tesi a prevenire e a contrastare eventi di tipo terroristico o l’ingresso sul territorio nazionale di armi, esplosivi e stupefacenti, ha arrestato un cittadino albanese, ZOTO Sami di anni 26, resosi responsabile di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.
Personale del locale Ufficio di Polizia di Frontiera, diretto dal 1° Dirigente della Polizia di Stato dr. Giovanni CASAVOLA, ha fermato e controllato l’arrestato, sbarcato  nella mattinata odierna dalla motonave “Bari”, proveniente da  Durazzo (Albania)  alla guida di un autocarro furgonato carico di scatoloni  contenenti pigiami.
Durante l’attività il ZOTO ha mostrato da subito evidenti segni di nervosismo ed agitazione, circostanza questa che non è sfuggita agli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polmare che hanno provveduto ad approfondire i controlli. Durante l’ispezione del carico trasportato all’interno di due diversi scatoloni i poliziotti hanno rinvenuto 12 involucri, contenenti kg. 26 di sostanza stupefacente del tipo marijuana e 2 involucri contenenti kg.1,046 di sostanza stupefacente del tipo eroina. Il carico di droga è stato sequestrato unitamente al veicolo su cui era trasportato, mentre il ZOTO Sami è stato associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.
Inoltre, nel corso dei citati controlli nei giorni scorsi sono stati arrestati altri cinque cittadini albanesi, di cui tre destinatari di provvedimenti restrittivi in esecuzione di ordini di carcerazione, sorpresi mentre si accingevano a lasciare il territorio nazionale con navi di linea per sottrarsi definitivamente alla cattura ed altri due, colpiti da provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale, sono stati fermati ed arrestati durante un tentativo di rientro in Italia senza la prevista autorizzazione del Ministero dell’Interno

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here