Appalto rifiuti: fuori Si.Eco e Tra.De.Co., si verificano i requisiti di terza e quarta classificate

conferenza aroSi è svolta ieri mattina, 25 gennaio 2016, a Palazzo Ducale di Martina Franca, la conferenza stampa congiunta dei Sindaci dei Comuni facenti parte dell’Ambito di Raccolta Ottimale ( Martina Franca, Mottola, Crispiano, Statte, Laterza e Palagianello) che si occuperà del servizio dei rifiuti. Si è spiegato come mai le prime due classificate siano state escluse dall’assegnazione e che ora si procede alla verifica dei requisiti delle successive.
Erano presenti, oltre al Sindaco Franco Ancona, anche i Sindaci di Mottola Luigi Pinto, di Crispiano Egidio Ippolito, di Statte Angelo Miccoli, il Responsabile del Procedimento ing. Mandina, e gli Assessori all’ambiente di Martina e Mottola Stefano Coletta e Arcangelo Montanaro. Il Sindaco Ancona ha riassunto il robusto lavoro fatto dai sei Comuni, a partire dall’agosto 2012, quando la legge regionale 24/2012 ha riorganizzato i servizi pubblici locali, obbligando i Comuni a gestire in forma associata il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti mediante l’Assemblea dell’Aro (alla quale sono state demandate le attività di indirizzo, programmazione e controllo della gestione associata). Dopo l’approvazione del Piano di gestione da parte dei Consigli Comunali dei sei Comuni, è stato pubblicato (1 dicembre 2014) il Bando di gara per la gestione dei rifiuti a cui hanno partecipato sette aziende. La commissione giudicatrice, composta da tre membri (il Responsabile del Procedimento ing. Mandina, la dott.ssa Caterina Navach e il funzionario della Regione Puglia ing. Francesco Longo) ha valutato meticolosamente le offerte pervenute (sia economiche che tecniche) e la documentazione necessaria stilando la graduatoria di aggiudicazione provvisoria, da cui è risultata prima la ditta Si.Eco e seconda la Tra.De.Co.
In seguito ai controlli previsti dalla legge effettuati successivamente all’aggiudicazione provvisoria (controlli protratti nel tempo ed effettuati anche presso l’Agenzia delle Entrate ed Equitalia) sono state escluse entrambe le prime due ditte in graduatoria, per mancanza dei requisiti essenziali previsti dalla legge.
Lo scorso 22 gennaio, la Commissione ha assegnato l’aggiudicazione provvisoria della gara alla Rti Impresa Sangalli Giancarlo Srl – Teorema Spa, che era arrivata terza nella graduatoria.
Sono già partite le verifiche richieste dalla legge sia sulla ditta Sangalli, sia sulla quarta classificata (la Monteco Srl)  per arrivare all’aggiudicazione definitiva della gara nel più breve tempo possibile.
Il Sindaco Franco Ancona ha evidenziato come, tra i 38 Aro istituiti in Puglia, quello che ha come capofila Martina Franca sia stato tra i primi in assoluto a completare il complesso iter burocratico richiesto dalle norme regionali e nazionali, grazie alla sinergia e alla collaborazione tra le Amministrazioni, nonché all’impegno della commissione giudicatrice e del Responsabile del Procedimento. Tutti i Sindaci hanno manifestato l’ auspicio che il legislatore possa intervenire, al più presto,  per snellire le procedure attuali, senza però danneggiare la trasparenza. In attesa del nuovo appalto dei rifiuti che avrà una durata di 7 anni, rimane intensa l’attività e l’attenzione dell’Amministrazione Comunale sull’ambiente con i lavori di riammodernamento dei Centri Comunali di Raccolta (CCR), l’attivazione del Punto Ecologico Informatizzato ( PEI), le bonifiche delle discariche abusive, l’attivazione delle foto trappole e i numerosi progetti di sensibilizzazione per la raccolta differenziata insieme alle scuole e alle associazioni della città.

© 2016, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here