Aliquote provinciali: “l’aumento delle tariffe per l’ambiente porterebbe all’aumento della Tari”
elena convertini“Il governo Provinciale delle larghe intese presenta ai Comuni il conto delle sue deficità”. Così il Gruppo misto consiliare Sel-Pip di Martina Franca, composto dai consiglieri comunali Elena Convertini e Lorenzo Basile, commenta il decreto n.79 del 27 agosto, con cui il presidente Tamburrano, chiede a tutti i Comuni della Provincia  di Taranto di alzare il Tributo per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente (T.E.F.A.) e portarlo dal 3% al 5%, perchè “si è determinata una grave situazione di squilibrio finanziario”.
“Con Comunicazione del 13 maggio, – si legge in una nota stampa – il Presidente della Provincia di Taranto Tamburrano, annuncia che l’ente non è in grado di garantire la manutenzione della rete viaria. Niente sfalcio, nessuna ricolmatura delle buche, nessun rifacimento del manto stradale, niente segnaletica orizzontale e verticale, nessuna manutenzione a semafori e pubblica illuminazione. Il suo governo (delle larghe intese) è in grave ed oggettiva difficoltà economica-finanziaria, a causa della riduzione delle risorse trasferite dal Governo nazionale (delle larghe intese)”.
E ancora: “con comunicazione del 22 maggio, Tamburrano annuncia che la Provincia, per le stesse gravi deficità, non è in grado di eseguire qualsiasi intervento di manutenzione delle scuole. Tutto ciò a causa delle “pesanti misure finanziarie da parte del Governo centrale nei confronti delle Province”, e cioè a causa della scellerata legge Delrio che ha lasciato le funzioni alle province senza prevedere le risorse per svolgere tali funzioni”.
“In pratica – commentano gli esponenti di Sel-Pip –  la Provincia dopo non essere stata in grado di garantire la sicurezza delle strade e delle scuole, presenta ai comuni il conto della sua inefficienza. Questa è l’ennesima prova dell’inutilità di questo Ente, che farebbe meglio a mettersi da parte lasciando ai Comuni la possibilità di occuparsi della sicurezza delle strade e delle scuole e finalmente dare una risposta concreta ai propri cittadini. La Provincia approfitta del fatto che il termine per la deliberazione del bilancio di previsione per l’anno 2015 sia differito dal 30 luglio al 30 settembre 2015, ma il Comune di Martina Franca, amministrato dalla coalizione di centrosinistra, ha già approvato il Bilancio di Previsione il 21 luglio. Un Bilancio in perfetto ordine nonostante i minori trasferimenti da parte del Governo nazionale. Non sarà forse che siano proprio le larghe intese, troppo occupate a intendersi, a non essere in grado di rispondere alle necessità dei cittadini? Inoltre il contributo ha una finalità ben precisa (la tutela dell’ambiente), Tamburrano per cosa vorrebbe utilizzare questi fondi? È consapevole che questa sua richiesta porterà all’aumento della Tari? Chissà cosa ne pensano i Consiglieri Provinciali, che adesso dovranno chiedere in Consiglio Comunale di approvare la nuova aliquota”.

 

 

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here