Ali di farfalla: un viaggio in un mondo affascinante a cura di Daniela Bianchi,  figlia di un campione di Rischiatutto

Attacus atlasCon il titolo “Viaggio nell’affascinante mondo delle farfalle”  la Sala delle Pianelle  del Palazzo Ducale di Martina Franca ospiterà un’interessante mostra di lepidotteri esotici. Inaugurazione oggi, giovedì 13 agosto alle 18.30, dell’esposizione curata dalla dott.ssa Daniela Bianchi che, ereditando la passione dei propri genitori, da qualche anno sta curando l’attività del Museo privato di Storia Naturale “Bios Taras”. Nell’Aprile del 1974 il Museo Bios Taras ebbe notorietà televisiva grazie alla partecipazione di Aldo Bianchi alla famosissima trasmissione televisiva “Rischiatutto” condotta dall’indimenticabile Mike Bongiorno.
Questo museo ha sede in Taranto e vi sono esposti oltre 4.000 reperti tra farfalle ed insetti esotici, conchiglie, minerali, fossili e preparati biologici in aldeide formica, senza contare la fauna locale non esposta per ragioni di spazio,
Il Museo fu costituito intorno agli anni ’70 dai coniugi Aldo Bianchi ed Anna Fiorenza e dal collega universitario Paolo Parenzan figlio del noto biologo Pietro Parenzan che per diversi anni fu Direttore dell’Istituto Talassografico di Taranto.
Da diversi anni i Bianchi stanno tentando di ottenere da qualche Amministrazione locale spazi più ampi e costituire, grazie al ricco materiale scientifico che metterebbero gratuitamente a disposizione,  un vero e proprio Museo civico.
Purtroppo questo sembra lontano a divenire ma si spera che questa esposizione, che si terrà in Martina Franca grazie all’interessamento dell’Assessore alla Cultura Prof. Antonio Scialpi, possa essere l’inizio di una collaborazione che alla fine dia i frutti sperati.
Tornando alla mostra, i visitatori potranno ammirare, esposti in circa 30 cassette entomologiche, oltre 3.000 multicolori esemplari provenienti da tutte le parti del mondo.Tra questi la Kallima inachus che imita in modo sorprendente una foglia secca e la Caligo che con i suoi terrificanti occhi impressi sulle ali imita in modo spaventoso una civetta e da non dimenticare l’Attacus atlas che con i suoi  30 cm di apertura alare è il più grande lepidottero esistente.
Tra i coleotteri il Dynastes hercules capace di trasportare notevoli pesi con una sorta di pinza che gli ha fornito la Natura ed infine il Pandinus imperator un gigantesco scorpione di cm. 30 di lunghezza.
I visitatori saranno accompagnati nella loro visita dalle competenti descrizioni della dott.ssa Daniela che proporrà nel corso dell’esposizione anche alcuni interessanti filmati. L’inaugurazione con relativa apertura è alle ore 18,30 del 13 Agosto. Ingresso libero.

 

© 2015, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here