“L’idea commerciale di trasformare Alberobello in una Disneyland da vivere tra una pizza e una birra per poi andarsene. Turismo frettoloso di bassa qualità. Capisco che può far piacere incassare in poche ore qualche soldo, ma spente le luci e fuggita la mandria, l’impatto ambientale da affrontare è più deleterio e superiore a quello che si è momentaneamente guadagnato”.  questo il messaggio profondo che vorrebbe lanciare  Giuseppe Goffredo nella presentazione:  “Lettera a un figlio su Alberobello. La politica. Il patrimonio culturale. L’Unesco”.

Appuntamento a domani 3 marzo, ore 17,00, presso la sede di Poiesis Editrice, in piazza Pirandello, 3, ad Alberobello.

Interverranno  il prof. Alberto Maiale e il fotografo Cosmo Laera.

© 2017, Mariangela Palmisano. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here