Alberobello, sito UNESCO dal 1996 si presentava questa mattina in modo poco accogliente ai numerosi gruppi accorsi per il vicino Carnevale di Putignano, nonostante gli introiti incassati dal check point.

Negli ultimi periodi si sono susseguiti incontri, convegni, tavole rotonde e quadrate sul turismo a 365 giorni, potenzialità, bellezze e servizi ma, nei fatti come è la situazione?

Il turismo è una risorsa e non una gallina da spennare anche perché  con il tempo si sarebbe dotata di cervello e si sarebbe stancata di essere presa in giro.

Ad  Alberobello sono giunti numerosi pullman che hanno scelto di trascorrere la mattina qui con visite guidate e non, consumando il pranzo per poi andare nella vicina Putignano per la sfilata dei carri di carnevale. Ottima occasione per far girare l’economia ma pessima figura per l’accoglienza al check point. Da mesi e mesi ormai si pretende il pagamento e nonostante i non pochi incassi, nulla è stato fatto  per renderlo più fruibile ed agevole.

Così si vorrebbe accogliere il boom di arrivi per il prossimo Giro d’Italia?

Possibile che non si riesca a mettere in pratica nessuna promessa e proposito affinché Alberobello, una cittadina senza mura di cinta sia realmente una città accogliente?

 

 

 

 

© 2017, Mariangela Palmisano. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here