Stasera piazza Aldo Moro di Locorotondo si trasformerà in un grande “night club” all’aperto per ospitare una delle star del jazz mondiali.
Dopo il terzo appuntamento delle 19,00 in piazzetta via Nardelli con LOCUS FOCUS “Il jazz oggi a New York. Un viaggio nella casa del jazz moderno.”A cura dell’autore Nicola Gaeta, interviene Ashley Kahn, conduce Fabrizio Versienti, alle 22.00 in  piazza Aldo Moro il Concerto di Gregory Porter. 

“Un viaggio nel tempo che finisce dritto dentro un jazz club anni ‘50 pieno di cuori infranti”, così la Repubblica, in una recensione di uno spettacolo romano, definisce il cantante jazz che stasera sarà protagonista del concerto jazz sul palco del Locus Festival. “Semplicemente, una delle più belle voci in circolazione. Un baritono che unisce la purezza cristallina del jazz e il calore doloroso del blues con la sensualità del soul e dell’R&B”. Nel suo palmares, il cantante “che voleva diventare funzionario del comune” ha all’attivo soltanto tre album. Però i primi due, “Water” (2010) e “Be good” (2012), gli valgono la nomination ai Grammy e il riconoscimento internazionale come uno dei grandi interpreti sulla scena. Il terzo album, “Liquid Spirit” (2013), segna il passaggio alla mitica etichetta Blue Note, la vittoria del Grammy come Best jazz vocal album nel 2014 e la consacrazione nel pantheon del jazz. Classe 71, ci ha messo vent’anni per diventare una star del jazz, ma la sua perseveranza e la splendida voce che si ritrova, alla fine, hanno pagato. E stasera sarà possibile verificarne di persona le qualità di “jazz singer”, in piazza Aldo Moro, qui, a Locorotondo.

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here