Il Nuovo Centro Destra di Martina Franca si dichiara soddisfatto per l’incontro tenutosi a Roma nei giorni scorsi presso la sede nazionale Anas in via Monzambano con il Direttore Generale dott. Alfredo Bajo ed i due ingegneri della condirezione generale tecnica incaricati a sviluppare il progetto definitivo Adeguamento ed ampliamento del tratto SS172 Martina Franca – Taranto.
«È un grande passo in avanti per Martina Franca e per tutto il territorio della valle d’Itria sapere che molto presto l’Anas darà il via alla gara d’appalto per i lavori necessari al potenziamento della SS172 sui tratti rispettivi Taranto -Martina Franca – Locorotondo. I responsabili Anas hanno garantito che già ad Agosto 2014 partirà la gara d’appalto per portare nell’immediata realizzazione due rondò sul tratto Martina Franca – Locorotondo e successivamente si darà il via ai lavori per il restante tratto e l’allargamento ad una terza corsia del tratto Contrada San Paolo – Taranto», comunica Consigliere Comunale NCD Antonio Fumarola. «Dobbiamo dare atto al merito dell’azione intrapresa sin dall’inizio dal Consigliere Regionale ora Assessore alla Sanità Donato Pentassuglia, il quale ha contribuito con sostanza al risultato ottenuto – aggiunge – Con un’azione determinante del nostro Coordinatore Regionale NCD e Sottosegretario al Lavoro Sen. Massimo Cassano, il Nuovo Centro Destra martinese conferma la sua vocazione complementare: speciale attenzione alle problematiche del territorio e particolare interesse alla risoluzione». Soddisfazione anche da parte di Giovanni Fumarola, leader dei circoli giovanili del NCD, il quale dichiara: «La Valle d’Itria ben presto potrà auspicare ad un futuro notevolmente migliore grazie alle buone condizioni auspicate. In termini economici la nuova viabilità sarà centrale ed in sicurezza tutti i cittadini potranno ben sperare. È una grossa opportunità per il territorio non solo a fine dei lavori di ampliamento ma anche nel durante visto che saranno coinvolte forze e sinergie; l’Anas aprirà un cantiere a cielo aperto lungo quasi 40 km ed investirà credibilità nei giovani ingegneri che saranno a capo dell’organizzazione dello stesso cantiere. Continueremo a seguire l’opera ed i suoi sviluppi senza tralasciare nulla al caso; la staffetta politica è anche consegnata nelle mani dei giovani aspiranti ad amministrare il nostro territorio che sapranno farsi carico di tutte le responsabilità politiche»

 

© 2014, redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here